Roma il giorno dopo. Un risveglio scioccante!

//   16 ottobre 2011   // 0 Commenti

manifestanti_Roma

A Roma stamane si respira un’aria pesante. A Piazza San Giovanni, per ore ieri nelle mani dei violenti, numerosi turisti fotografano i danni: dai sampietrini divelti, alle vetrine distrutte, alle automobili bruciate per strada.

i disordini

Intanto, mentre la città oltraggiata inizia a fare la conta dei danni subiti, gli investigatori continuano ad analizzare le immagini registrate dalle telecamere per individuare i responsabili dei disordini. Al momento, delle circa 20 persone fermate ieri durante gli episodi di violenza dalla polizia, 12 sono in stato di arresto, mentre per gli altri la posizione è al vaglio d’intesa con l’Autorità Giudiziaria. Tra i fermati ci sono anche persone provenienti da Bari, Trento, Catania, Siracusa, Brindisi, Varese e Napoli.

manifestazione2

Sono 10 le bottiglie incendiarie che sono state rinvenute e sequestrate dalla Digos nel corso della manifestazione, in cui si sono registrati gravi episodi di violenza ai danni di immobili, veicoli e Forze dell’Ordine. In particolare, le bottiglie già complete di stoppino fissato con del nastro isolante e piene di benzina, sono state trovate lungo via Cavour all’altezza del civico 211, all’interno di un borsone nero.Nello stesso contesto, in Piazza San Francesco di Paola, nel corso di un controllo preventivo sono state sequestrate 4 assi di legno “munite” di nastro adesivo, oltre a numerosi sampietrini. A Piazza di Spagna, invece, una guardia giurata in servizio in un istituto di credito ha trovato nascoste in un angolo della via numerose spranghe in ferro e pietre. Tutto il materiale è stato sottoposto a sequestro.

manifestazione3

Intanto la paura di alcuni e’ che la partita di questa sera possa diventare occasione per nuovi, ulteriori disordini. ”Non scendere in campo sarebbe una grossa sconfitta per Roma”, ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno durante il sopralluogo che ha fatto nella tarda serata di ieri a piazza San Giovanni, spiegando che, come confermato dal Questore di Roma, Francesco Tagliente, le forze dell’ordine, nonostante l’impegno di uomini e mezzi profuso per il corteo, ”sono pronte per questa nuova sfida”. E rassicurazione analoga e’ arrivata dal presidente della Lega calcio Maurizio Beretta. Lazio-Roma dunque si fara’, salvo decisioni dell’ultimo momento.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *