Rimini, oggi riaprono le scuole. Le giornate di chiusura non conteranno come assenze

//   8 febbraio 2012   // 0 Commenti

il gruppo temporaneo di civivo 300x225 ”Per gli studenti residenti nei Comuni, i cui i Sindaci hanno emanato ordinanza di “chiusura scuole” o di “sospensione delle lezioni“, la giornata dell’8 febbraio o altre successive non concorrono a detrazione del numero di presenze necessarie ai fini della validità dell’anno scolastico.”

E’ questa la disposizione dell’Ufficio Scolastico Regionale per la provincia di Rimini inviata a firma del dirigente Agostina Melucci al Sindaco di Rimini “in considerazione – prosegue la lettera – della possibilità di aprire le scuole di ogni ordine e grado ubicate nel territorio di Rimini, date le mutate condizioni climatiche dell’8 febbraio, d’intesa con l’organo competente del Comune di Rimini.”

Nel frattempo oggi le scuole riaprono grazie all’incessante opera dei Comuni dell’area riminese e alla clemenza del clima, con la colonnina di mercurio tornata sopra lo zero e lo stop (temporaneo) delle precipitazioni nevose. Il lavoro costante ed efficace svolto in questi giorni per la pulizia delle strade consente tra oggi e domani di proseguire con lo sforzo speciale per azioni ulteriori di sgombero di neve e ghiaccio.
Il vertice di ieri tra Sindaco, Giunta, responsabili operativi di Polizia municipale, Anthea, Hera e Start Romagna ha definito le azioni, gli uomini e i mezzi da impiegare nella gestione del ritorno alla normalità. Un’operazione rientro che ha visto stamattina le 76 scuole del territorio comunale presidiate da 169 tra uomini e donne per agevolare il rientro a scuola dei ragazzi. L’impiego a presidio di una o due persone fisiche per scuola avverrà in relazione alle priorità individuate, a partire dalla sicurezza negli attraversamenti pedonali da parte della polizia municipale e alle situazioni particolari presenti.
45 saranno gli agenti della Polizia municipale impiegati, 10 quelli d’Anthea a cui si aggiungeranno i 40 delle cooperative sociali impegnati in questi giorni nell’opera di spazzamento manuale della neve, 20 le unità di Hera, 27 i dipendenti comunali, 35 i pensionati del Csup che abitualmente sovrintendono gli ingressi scolastici, 2 i volontari del gruppo Civivo di Casalecchio che presidieranno la scuola di San Salvatore. Tutto il personale che non veste la divisa, sarà riconoscibile indossando dalle pettorine gialle o arancioni. Ed è proprio l’aiuto di volontari come i ragazzi di Occupy Rimini, impegnati nelle operazioni di sgombero neve nelle zone di San Giuliano e Miramare, ad aver giocato un ruolo importantissimo in questa emergenza al fianco delle istituzioni.

Un rientro verso la normalità che però non fa abbassare il livello d’attenzione. Saranno mantenuti attivi 24 ore su 24 i numeri per le segnalazioni d’emergenza o segnalazioni d’emergenza come per anziani o di disagio sociale (0541 22666 o lo 0541 704113 e il numero verde 800 912236, a cui si affianca lo 0541 707305 dell’Ausl, per emergenze sociali e per l’emergenza anziani che possono aver bisogno d’aiuto). Sempre attivo per la rottura dei contatori dell’acqua a seguito dell’abbassamento delle temperature il numero del Pronto Intervento 800.713.900, numero gratuito per le segnalazioni sulle reti idriche, attivo 24 ore su 24 tutti i giorni dell’anno a cui si è sono affiancato lo 0541.908693, attivo dalle ore 7.00 alle ore 19.00.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *