Rimini Autismo. Uscire dal silenzio

//   27 marzo 2012   // 0 Commenti

rimini autismoL’Associazione Rimini Autismo opera al fianco del Centro Autismo dell’Ausl di Rimini con competenze non cliniche: è un’Associazione di genitori che ha la missione e lo scopo di accogliere le famiglie di soggetti autistici, sostenerle nel difficile percorso di vita e tutelarne i diritti. Condividere lo stesso percorso significa non sentirsi soli, significa trovare negli altri l’appoggio, l’amicizia, la comunione di intenti che, di fronte a problematiche così grandi, sono fondamentali per andare avanti.

Sono tanti e importanti i progetti dell’Associazione e fra i più significativi vi è il centro per persone con autismo che, dal 2010 è operativo presso Villa Del Bianco a Misano Adriatico. Qui vengono svolti il centro estivo, pomeriggi ricreativi ed altre attività rivolte a soggetti autistici, sotto la costante supervisione del Centro Autismo.

Grazie al Comune di Misano Adriatico, che ha messo a disposizione la Villa, i genitori di Rimini Autismo, con il sostegno del Comune di Misano e di tutti i comuni di residenza dei ragazzi interessati all’esperienza, il Centro Autismo di Rimini, l’Ausl e la Cooperativa di educatori “Il Millepiedi”, sono riusciti ad organizzare un centro estivo altamente specializzato per 12 ragazzi autistici di età compresa tra i 7 e i 17 anni.

L’importanza che riveste questo luogo per le famiglie con persone autistiche è difficilmente immaginabile per chi non vive questa problematica. La gestione di un ragazzo artistico è impegnativa e non concede tregue, necessita di personale specializzato e di programmi e attività adatti. La cura e il sostegno delle persone autistiche e delle loro famiglie non può finire con l’orario scolastico ma prevedere momenti e situazioni complementari al fine del miglior grado di socializzazione e di serenità per tutti. A questo compito bello e difficile al contempo, alle esigenze e alle problematiche complesse del caso, assolve Villa del Bianco.

Nella realizzazione e nello sviluppo del progetto e nelle sue fasi di gestione, l’Associazione ha assunto l’importante ruolo di trait d’union fra capitali pubblici e privati, creando efficaci sinergie operative e una grande squadra in grado di offrire un servizio di qualità, sia erogata che percepita.

Oltre a ciò, attualmente Rimini Autismo sta curando un progetto di inserimento nel mondo del lavoro per adulti autistici e sta portando avanti un’impegnativa campagna d’informazione nelle scuole frequentate dagli associati con incontri dedicati sia ai compagni di classe che ai loro genitori.

L’idea di organizzare “Una Bella Serata” che si svolgerà al Grand Hotel Rimini sabato 31 marzo, è nata dall’impegno e dalla partecipazione ai Progetti dell’Associazione Rimini Autismo di due imprenditrici riminesi: Nicoletta Cei e Tonia Catuogno. Legate da amicizia con il Presidente di Rimini Autismo, Enrico Maria Fantaguzzi, Nicoletta e Tonia, grazie al progetto Villa del Bianco, hanno avuto la possibilità di incontrare e conoscere da vicino i ragazzi, comprendere l’importanza che il progetto stesso riveste per loro e per le loro famiglie e hanno deciso di contribuire alla ricerca dei fondi necessari per il suo mantenimento e per il suo sviluppo.

Una Bella Serata diventa il modo per uscire dal silenzio, con le parole e con il cuore, e trova nelle battute del meraviglioso film di Barry Levinson, “Rain man” con Dustin Hoffman, Tom Cruise e Valeria Golino “Chi gioca in prima base?” lo spunto per una riflessione sul tema dell’autismo.

La serata intende contribuire alla raccolta fondi per l’Associazione, ma soprattutto essere un momento d’incontro, per parlare di una realtà territoriale che sta facendo un grande lavoro per la qualità della vita dei ragazzi e delle famiglie che vivono in questa comunità.

Oltre alle aziende che hanno sostenuto fattivamente l’iniziativa, gli artisti e coloro che si sono impegnati nella realizzazione del programma della serata, hanno offerto gratuitamente la propria collaborazione, pertanto un doveroso ringraziamento va al gruppo musicale Smoma, a Veronica Gonzales, a Massimiliano Daissè e a Laura Mannucci per le sfilate, ai conduttori Luigi Panzino e Sabrina Rocchi.

“Una Bella Serata” è il dono che desideriamo fare alle famiglie che vivono la complessità e la difficoltà, l’impegno serrato, il poco riposo, a volte l’isolamento e spesso l’impossibilità di partecipare alle piccole cose che per tutti sono semplici e scontate. Una Bella serata dedicata alle famiglie che ogni giorno vivono nella dimensione impenetrabile di coloro che amano sognando di entrare a farne parte…”


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *