Decreto “Crescitalia” per lo Sviluppo, i punti salienti

//   26 gennaio 2012   // 1 Commento

decreto crescitalia

Ecco le disposizioni principali del cosiddetto Decreto “Crescitalia”, la seconda fase della manovra per lo sviluppo e crescita voluta dal Governo Monti ribattezzata “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività“.

Notai e farmacie
Ci saranno 500 notai in più, mentre per le farmacie, il ministro della Salute, Renato Balduzzi, secondo cui “la filosofia degli interventi del governo è stata allargare il numero dei punti vendita. Le farmacie passeranno da circa 18.000 a 23.000”. Verrà indetto un unico grande concorso straordinario per l’apertura di 5mila nuove farmacie. Il concorso sarà per i farmacisti non titolari e potranno parteciparvi anche farmacisti che lavorano in ambito diverso da quello delle farmacie. Per quanto riguarda la vendita dei farmaci di fascia C, alla fine essi potranno essere venduti solo nelle farmacie. Il comma che di fatto consentiva, con alcuni vincoli, la vendita anche al di fuori di esse, è stato eliminato nell’ultima bozza del decreto.

Abolizione delle tariffe minime per i professionisti
I professionisti d’ora in poi dovranno presentare ai clienti dei preventivi; confermato, per quanto riguarda i benzinai, lo stop ai contratti di esclusiva tra gestori e compagnie. Confermata anche la possibilità per i distributori di vendere anche prodotti non-oil e spazio ai self-service senza limiti fuori dai centri abitati. Inoltre, il decreto stabilisce che la categoria dei benzinai non potrà scioperare per più di tre giorni.

Mutuo per l’acquisto di una casa
Le banche, gli istituti di credito e gli intermediari finanziari, se condizionano l’erogazione del mutuo alla stipula di un contratto di assicurazione sulla vita, devono sottoporre al cliente almeno due preventivi di due differenti gruppi assicurativi.

Taxi
La competenza sulle licenze torna in capo all’Autorità per le reti (che si occuperà anche di trasporti). Nel caso di un aumento del numero delle licenze è prevista una compensazione per chi ne possiede già una. Resta la possibilità di lavorare in più comuni e le licenze brevi. Accolte anche le richieste sulle licenze plurime.

Rc auto
Gli agenti assicurativi dovranno offrire ai clienti informazioni su almeno tre diversi contratti forniti da altre compagnie assicurative per coprire la responsabilità civile per auto. Previsti anche sconti per chi monti una scatola nera per monitorare il proprio veicolo o in caso di constatazione preventiva delle condizioni del veicolo da parte della compagnia assicurativa.

Aziende ferroviarie
nessun obbligo di aderire ad un particolare contratto e sulla separazione della rete, e quindi di Rfi da Fs, l’autorità esaminerà con attenzione se e in che termini è necessaria una separazione tra rete e servizio.

Realizzazione di nuove opere infrastrutturali
Iter più veloci e trasparenti per mettere in moto i cantieri nel più breve tempo possibile.

Separazione di Snam dall’Eni.

SCARICA il testo integrale della Manovra Sviluppo Crescitalia


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. By michele, 29 maggio 2017

    come al solito hanno vinto le solite lobbies dei farmacisti . E veramente vergognoso che in tutto il mondo si permetta di acquistare farmaci online
    senza ricetta e che invece in Italia si impedisca ai farmacisti NON Titolari e quelli delle parafrmacie di vendere i farmaci di Fascia C con ricetta del medico. considerato che nelle parafarmacie vi lavorano esclusivamente farmacisti che dovrebbero avere gli stessi diritti dei farmacisti titolari. (laurea, abilitazione ed Iscrizione agli ordini professionali. Non si capisce perche’ un giovane farmacista non possa vendere i farmaci non Mutuabili con ricetta Bianca prescritta dal medico tipo anticonzionali, fans , ecc.??

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *