Respinti i due referendum sulla legge elettorale “Porcellum”

//   12 gennaio 2012   // 0 Commenti

Legge elettorale consulta boccia referendum

La Corte costituzionale, in data 12 gennaio 2012, ha dichiarato inammissibili le due richieste di referendum abrogativo riguardanti la legge 21 dicembre 2005, n. 270 (Modifiche alle norme per l’elezione della camera dei deputati e del senato della repubblica). La sentenza sarà depositata entro i termini previsti dalla legge“. Con questo freddo comunicato, la Corte Costituzionale respinge i due referendum per la richiesta di abrogazione totale o parziale della legge elettorale, il cosiddetto “porcellum“. Per i 15 giudici costituzionali non ci sono “aspetti di merito rilevanti” nei due quesiti di illegittimità proposti dal comitato elettorale, questo il motivo della loro inammissibilità. La legge Calderoli, aggiunge però la Corte, va presto cambiata in Parlamento, una sorta di sollecito che cancella comunque gli sforzi dei comitati referendari (1 milione e 200mila le firme raccolte) e prolunga l’agonia di un sistema da tutti definito inadeguato e ingiusto. ”Non ci fermeremo – ha dichiarato Andrea Morrone, presidente del comitato promotore – la nostra battaglia per il sistema maggioritario e per la democrazia in Italia continuerà e non si ferma di certo adesso“.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *