Rapporto Statistico 2011: parole chiave sviluppo e sostenibilità

//   4 ottobre 2011   // 0 Commenti

DSC_2514

degani carta identita 199x300

Barbara Degani

Tema del Rapporto Statistico 2011 presentato dalla Regione Veneto in collaborazione con le Province: lo sviluppo sostenibile. L’incontro incentrato sull’analisi dei dati dell’area padovana si è tenuto nella Sala Consiliare di Palazzo Santo Stefano alla presenza della presidente della Provincia di Padova Barbara Degani, del vice presidente e assessore alla Statistica della Regione Veneto Marino Zorzato, dell’assessore della Provincia all’Informatica e alla Statistica Fabio Conte.
L’obiettivo dell’incontro è stato quello di analizzare gli emergenti fenomeni socio-economici secondo l’ottica della sussidiarietà in una prospettiva “personalizzata”, che si avvicinasse il più possibile alla dimensione locale; e proprio per questo il Rapporto Statistico costituisce un utile ausilio per interpretare la realtà territoriale del Veneto. Durante il convegno sono stati presentati i dati regionali concernenti il tema dello sviluppo e della sostenibilità. La Provincia di Padova, con un tocco di originalità e orgoglio nazionale, ha fatto di più, e ha voluto raccontare il suo territorio ripercorrendo i centocinquant’anni di storia demografica, sociale ed economica vista attraverso la statistica. “E’ fondamentale capire i numeri – ha sottolineato la presidente Degani – perché attraverso i numeri si possono capire anche le politiche future. In base alla crescita demografica che ci sarà nella nostra provincia, bisognerà ristudiare le politiche familiari e parallelamente tutta una serie di strategie calibrate sui dati rilevati. La statistica diventa quindi importante per interloquire con il territorio”.
“L’idea dello ‘sviluppo sostenibile’ dell’edizione 2011 del Rapporto statistico – ha concluso il vicepresidente Zorzato – appare particolarmente significativa nel mondo contemporaneo, perché coniuga due elementi: lo sviluppo e la sostenibilità. Questi fattori non sono contraddittori fra di loro, ma si prestano ad essere sviluppati in modo sinergico e possono contribuire al perseguimento di una vera qualità della vita.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *