Randagismo e abbandoni: Anas istituisce numero verde

//   28 agosto 2017   // 0 Commenti

calo-randagismo

Ogni anno, specialmente in estate si registra il picco massimo di abbandono di animali domestici, la maggior parte cani e gatti, lasciati nei canili nel migliore dei casi, mentre talvolta abbandonati per strada ed esposti ad un altissimo rischio di mortalità e incidenti.

Con somma gioia degli animalisti e di chi si schiera dalla parte dei pelosi nel mese di luglio dell’estate corrente sono entrati nei 100 canili monitorati da AIDAA 6.345 cani rispetto ai circa 10.300 dello stesso mese dello scorso anno con una diminuzione del 38%. I dati migliori riguardano le regioni del nord in particolare in Trentino, Friuli e Valle d’Aosta dove si registrano punte di minore entrata nei canili che toccano il 66%. Situazione invece stazionaria nelle regioni del centro e sud Italia dove le entrate in canile sono calate di poco. Come specifica AIDAA si tratta ovviamente di dati parziali che riguardano circa il 10% del totale dei canili e rifugi italiani i numeri si riferiscono ai cani entrati in canile per accalappiamento esclusi quelli ridati ai proprietari che ne avevano denunciato la fuga. 

Per agevolare la gestione degli abbandoni e della piaga del randagismo l’Anas ha abilitato un numero verde attivo sulla rete stradale gestita da quest’ultima  ovvero: 800841148, digitando poi il tasto 2 è possibile segnalare le emergenze. 

Certamente i dati di AIDAA e i provvedimenti dell’Anas dimostrano una presa di coscienza di un fenomeno deplorevole che in alcune regioni del nostro paese sembra si stia arginando. 

calo randagismo


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *