Quando serve un’agenzia di investigazioni

//   14 novembre 2017   // 0 Commenti

agenzia-di-investigazioni

Quando si parla di investigazioni private, vengono chiamate in causa le indagini che hanno lo scopo di recuperare prove o informazioni relative al diritto civile, e soprattutto – ma non solo – al diritto di famiglia. Il decreto ministeriale 269 del 2010 classifica a livello normativo questo ramo investigativo, e lo definisce come la raccolta di informazioni che un cittadino ha il diritto di richiedere per tutelarsi in una situazione che riguardi il suo patrimonio, la sua famiglia o il suo matrimonio. La casistica di motivi per cui si decide si rivolgersi a un’agenzia di investigazioni è molto ampia, dal momento che le ragioni che possono indurre un soggetto a essere interessato a spiare qualcun altro sono potenzialmente infinite: l’obiettivo è quello di raccogliere informazioni specifiche, eventualmente da usare come prove in tribunale.

Le agenzie investigative come punto di riferimento in famiglia e non solo

Giusto per rimanere all’ambito familiare, una agenzia di investigazioni può essere chiamata in causa perché un coniuge vuole scoprire se il partner lo tradisce, oppure nei casi che riguardano l’affidamento dei figli. Nel momento in cui due coniugi si stanno per separare, per esempio, una questione delicata è quella che riguarda l’assegno di mantenimento, visto che la legge precisa che il soggetto più debole dal punto di vista economico deve essere mantenuto da quello più forte. Ebbene, a volte può accadere che una persona nasconda la propria situazione patrimoniale al giudice per diminuire la somma da versare o addirittura per non concedere l’assegno. Il ricorso a un investigatore permette di accertare il vero stile di vita della persona, arrivando a determinare il suo stipendio effettivo e le sue possibilità economiche.

Conviene davvero rivolgersi a un’agenzia di investigazioni?

Ci si potrebbe domandare, a questo punto, se valga sempre la pena di rivolgersi a un professionista specializzato, con tutti i costi che ne conseguono, e se non sarebbe preferibile – invece – agire in autonomia, risparmiando cifre consistenti. La risposta contempla diversi aspetti, che è bene analizzare.

In primo luogo, è opportuno tenere presente che quando si ha a che fare con delle investigazioni private è sempre molto labile il confine tra quello che è lecito e quello che non lo è. Esistono, infatti, specifici metodi di indagine che non sono ammessi dalla legge: è il caso della fornitura dei tabulati telefonici o del controllo dei conti correnti in banca, che non possono essere effettuati né dalle agenzie di investigazione né dai cittadini comuni. Tali comportamenti implicano delle sanzioni, ma sono comunque inutili: se anche venissero raccolte delle prove in questo modo, in tribunale non sarebbe possibile usarle.

Investigatori privati e tutela della privacy

Un altro motivo per cui è preferibile rivolgersi a un investigatore privato consiste nel fatto che egli conosce alla perfezione la normativa sulla privacy, il che vuol dire che sa quali sono le tecniche a cui può ricorrere e fino a quale punto si può spingere. Il tutto senza dimenticare che non ci si improvvisa investigatori da un giorno all’altro, visto che per avviare un’attività di questo tipo è indispensabile richiedere una licenza che viene fornita dalla prefettura. Non si può tralasciare, poi, il problema del coinvolgimento emotivo: spiando un familiare o una persona conosciuta, si corre il rischio che l’indagine fai da te non sia obiettiva in virtù del coinvolgimento personale. Oltre a ciò, il pericolo è quello di farsi scoprire, magari perché all’improvviso si modifica il proprio comportamento in presenza del soggetto in questione, che si potrebbe insospettire. La pressione non sempre è facile da reggere, e per gestire situazioni complicate c’è bisogno di pazienza e di esperienza.

Proprio l’esperienza è uno dei fattori che fanno la differenza: le agenzie investigative dispongono di tutte le tecnologie più avanzate che permettono loro di svolgere il proprio lavoro, utilizzando strumenti e metodi sempre aggiornati. Ecco perché i professionisti che vi operano sanno in che modo comportarsi in qualunque contesto, essendo consapevoli degli strumenti e delle tecniche che possono adottare, ma anche dei limiti che non devono superare.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *