Pazzini spedisce l’Italia a Euro 2012

//   6 settembre 2011   // 0 Commenti

pazzini italia qualificata euro 2012

Firenze – Qualificazione da record. L’Italia porta a compimento la missione di serata battendo 1-0 la Slovenia e volando agli Europei del 2012 in Polonia- Ucraina. Un successo difficile, arrivato nel finale grazie alla zampata di un ex viola (segno del destino?) che amplifica la festa del Franchi, stadio che tanto ha dato al match winner Giampaolo Pazzini e soprattutto al ct Prandelli. L’ex allenatore della Fiorentina ottiene dunque il pass per Euro 2012 con ben due turni di anticipo, collezionando 22 punti su 24 disponibili e con un solo gol al passivo: numeri ottenuti sì contro formazioni di basso rango, ma che rimangono comunque da record. E i primati, specie in Nazionale, non sono facili da ottenere per e contro nessuno. L’Italia si va ad aggiungere alle padrone di casa Polonia e Ucraina e alla Germania, unica nazionale già qualificata per la rassegna continentale.

La cronaca
Dopo il risicato successo sulle Far Oer, Prandelli conferma il tandem d’attacco Rossi – Cassano e cambia solo gli esterni, inserendo Cassani e Balzaretti. Agli azzurri basta un successo per ottenere la matematica qualificazione alla rassegna continentale, mentre la Slovenia è costretta a vincere per conservare qualche flebile speranza di secondo posto. E’ l’Italia a far la partita e collezionare le occasioni più ghiotte, in primis con Rossi, che sciupa due ottime chanche. I biancoverdi ci impensieriscono solo con tiri da fuori e col passare dei minuti si rinchiudono a riccio, rendendo la vita difficile agli azzurri che non trovano più varchi. Il ct, allora, mescola le carte in attacco inserendo Pazzini e, dopo aver rischiato su un contropiede di Novakovic, varando il tridente con l’ingresso di Balotelli. L’attaccante del City mette pepe all’attacco azzurro, e al 39′ ecco l’episodio chiave: su un cross e una mischia in area, Pazzini è il più lesto di tutti ad insaccare in rete in acrobazia il gol qualificazione. L’Italia si qualifica ai prossimi Europei per la prima volta nella sua storia con due turni di anticipo e certifica il suo lento ma progressivo processo di rinascita.

Classifica girone C

Italia 22
Serbia 14
Estonia 13
Slovenia 11
Irlanda del Nord 9
Far Oer 4


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *