Progettare un impianto stampa flexo

//   22 aprile 2018   // 0 Commenti

Il 2016 è stato un anno di grande fermento per la realtà della stampa digitale, come sottolinea il report di MetaPrintArt. In un momento di rapido sviluppo delle arti grafiche, con la conseguente entrata in campo di numerose aziende, non sempre caratterizzate dalla dovuta professionalità, affidarsi a dei professionisti riconosciuti significa investire sulla qualità della propria azienda.

E sulla necessità di una progettazione curata nei minimi dettagli, gli esperti di Nu-Maber non hanno dubbi:

“Qualsiasi errore di progettazione in questa fase può comportare errori più o meno evidenti sul lavoro finale obbligando a ristampare, con perdita di tempo e costi aggiuntivi.“

Fonte: Nu-Maber

Nu Maber stampatore flexo impianti impianti stampa flexo plotter da taglio1.jpg.600x0 q851 300x200

Ma quali sono i requisiti necessari per la progettazione di un impianto di stampa flexografica?

I macchinari a disposizione dell’azienda sono un primo punto di attenzione. Ad esempio, per la realizzazione delle lastre fotopolimeriche digitali, Nu-Maber utilizza quattro CDI Esko per lastre digitali fino al massimo formato (132×203 cm), anche in HD a 4000 dpi e una linea KODAK Flexcel NX Wide.

E’ importante affidarsi ad aziende che aggiornino costantemente il proprio reparto macchine: in questo modo siete sicuri di ricevere un prodotto moderno, in linea con le più recenti tecniche e dall’alto profilo tecnologico.

In secondo luogo, i software. ArtPro EskoArtwork è il software professionale più utilizzato, che permette una progettazione grafica degli impianti di altissimo livello. Sono pochi gli specialisti in Italia ad aver ottenuto le relative certificazioni. Vengono utilizzati anche Adobe Illustrator, Photoshop e InDesign, i software di grafica professionale più conosciuti al mondo. Insomma, il know how richiesto non è trascurabile, così come il team di professionisti che andranno a seguire ciascun lavoro. Nu-Maber, ad esempio, ha un totale di 30 postazioni grafiche, che lavorano in sinergia per realizzare progettazioni impeccabili.

Nella progettazione del vostro impianto di stampa flexografica affidatevi ai migliori del settore: eviterete spese e perdite di tempo costanti per rimediare ai piccoli e grandi errori progettuali fatti da operatori senza esperienza.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *