Primarie Repubblicane USA / New Hampshire, vince ancora Romney

//   11 gennaio 2012   // 0 Commenti

Mitt Romney 300x162E sono due. Dopo l’Iowa, Mitt Romney conquista anche il New Hampshire nella corsa alle primarie repubblicane USA. Come annunciato, l’ex governatore del Massachusetts vince anche questa seconda battaglia, confermandosi come favorito per il ruolo di anti-Obama nella corsa alle presidenziali di novembre. Un successo sì netto (36% dei consensi), ma non tale di scoraggiare definitivamente gli avversari: Ron Paul porta a casa un buon 25%, Jon Huntsman il 18%. Ma Romney utilizza comunque toni trionfalistici, in barba alla scaramanzia: “Insieme ricostruiremo la grandezza dell’America – le sue parole dopo il verdetto di stanotte - Quattro anni fa Obama prometteva il cambiamento, oggi la sua politica è un fallimento, il reddito medio degli americani è sceso del 10%. Questo è un presidente che si sveglia ogni mattina e pensa: potrebbe andare peggio. Il suo non è un atteggiamento americano. Ciò che ci definisce come americani è che le cose devono andare meglio, e andranno meglio”.

Ma l’ex governatore del Massachusetts non può dirsi pienamente soddisfatto del risultato ottenuto. Un mese fa era dato al 45%, nel frattempo ha perso parte del consenso tra gli indipendenti, (gli elettori non iscritti nè come repubblicani nè come democratici che in questo Stato possono votare nelle primarie), che hanno dato la stessa percentuale (29%) a Romney e Paul, seguiti a breve distanza da Hunstman col 25%. Inoltre, i sondaggi nazionali danno in testa Obama (48 a 45).
Dopo il New Hampshire si passa al South Carolina, stato dove per Romney sarà più complicato vincere. Qui comunque la posta in palio non è alta, i veri conti si faranno a fine mese in Florida, dove ci saranno in ballo 50 delegati.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *