Non c’è più tempo, occorre agire!

//   28 novembre 2011   // 0 Commenti

veneto alluvione 300x199I cittadini e le imprese alluvionate denunciano la mancanza di chiarezza sul fronte della scadenza per le richieste del contributo a saldo. Originariamente la data fissata nelle comunicazioni era quella del 30 novembre 2011 ma da mesi il nuovo commissario, il prefetto Perla Stancari, aveva annunciato come certo uno slittamento della scadenza. L’unica notizia certa per il momento è la proroga dello stato di emergenza decisa dal consiglio dei ministri e pubblicata nella gazzetta ufficiale n° 265 del 14 novembre 2011. Sul sito della regione e sul sito aperto dal commissariato www.venetoalluvionato.it non è presente nessuna informazione, questo blackout totale di informazione sta preoccupando la cittadinanza che si trova a pochi giorni del scadenza senza informazioni chiare e ufficiali. Il coordinamento dei comitati alluvionati del Veneto è giorni che chiede ai tecnici del commissario di risolvere la questione, ma nulla è accaduto finora.
Crediamo che occorra maggiore sensibilità da parte del commissario ai veri problemi delle famiglie e delle imprese alluvionate; a nostro parere il commissario dovrebbe emettere una specifica ordinanza che preveda il superamento di tutte le comunicazioni precedentemente inviate o pubblicate dal commissario e dai sindaci dei comuni, fissando un nuovo termine per la richiesta del saldo e dovrebbe al più presto incontrare i comitati alluvionati per comprendere a fondo la situazione variegata che si è creata nei diversi comuni colpiti dalla alluvione, nella maggioranza dei quali gli alluvionati non sono stati messi in condizione di terminare i lavori per mancanza della distribuzione del secondo anticipo.

Il coordinamento dei comitati alluvionati Veneto


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *