Premio Venere Capitolina: l’Eropedia di essere Donna

//   6 marzo 2012   // 0 Commenti

venere capitolina

Foto per Volantino 223x300Venti eccellenze femminili italiane si sono rese protagoniste di merito e talento, ognuna nel suo campo: Lina Wertmuller, Mara Venier, Enrica Bonaccorti, Lavinia Biagiotti, Patrizia Mirigliani, Mary Garrett, Federica Guidi, Elena Bonelli, Laura Comi, Maria Rita Parsi, Rossella Izzo, Mina Giannandrea, Anna Maria Ciuffa, Patrizia de Rose, Cristiana del Melle, Daniela Amadei, Antonella Magagnini, Lella Golfo, Maria Rosaria Gianni, Ludovica Rossi Purini, Tiziana Luxardo, Marilù Simoneschi, Josette Sheeran.
A loro verrà donata una preziosa creazione orafa realizzata dal Maestro Michele Affidato raffigurante il simbolo della Dea Venere nel corso della manifestazione del Premio Venere Capitolina presso i Musei Capitolini, nella Sala Pietro da Cortona in concomitanza con la Festa della Donna 2012, Giovedì 8 Marzo 2012 alle ore 10.30.
La manifestazione – ideata dalla Associazione Universo Femminile d’intesa con la Commissione Nazionale Patrimonio Artistico di Federproprietà e con il patrocinio di Roma Capitale – si apre con gli interventi del Consigliere delegato alle Comunità Regionali Domenico Naccari, la Presidente di Universo Femminile Valeria Mangani, della Presidente Commissione Nazionale patrimonio Artistico Antonella Freno e del Presidente Consulta Sanitaria Locale Adolfo Panfili.
L’evento è anche l’occasione per presentare il “Manifesto del BellEssere” per promuovere una nuova cultura del valore e della bellezza della vita.
La cerimonia di premiazione – presentata da Livia Azzariti – sarà introdotta da una speciale creazione ispirata alla mimosa realizzata dallo stilista Luigi Bruno e indossata da Miss Fair Play 2011 Sara Izzo direttamente dal concorso Miss Italia.
“L’evento” – spiega Valeria Mangani – “intende promuovere una nuova cultura della vita, della salute e del benessere, proponendo l’adesione al manifesto della bellezza intesa come espressione di qualità della vita attraverso la prevenzione, la tutela e la salvaguardia della salute, la ragione primaria per il capovolgimento della cultura edonistica che, nel tempo, si è resa responsabile dello stravolgimento dei ritmi biologici causando le cosiddette malattie del benessere”.
L’iniziativa è diretta a tutte le donne con l’obiettivo di affermare i nuovi canoni della bellezza intesa come espressione di salute e tutela e prevenzione delle patologie.
“Arte e cultura sono le coordinate della Kermesse istituita in omaggio alla splendida scultura marmorea della Dea Venere custodita ai Miusei Capitolini quale icona del Premio Nazionale che richiama il valore dell’impegno, della sensibilità e del talento ,elementi fondamentali di una storia declinata al femminile”- dichiara Antonella Freno.
“ Questa occasione è diretta al riconoscimento del merito che caratterizza da sempre l’apporto della donna ad ogni settore della vita sociale e professionale. Abbiamo voluto richiamare le donne che con il loro impegno hanno costruito occasioni straordinarie,dando alle professioni valore ed umanità “ dichiara Domenico Naccari.
In occasione della Festa della Donna 2012, quindi, si promuove una rilettura dell’apporto femminile alla realtà politica e sociale del nostro Paese attraverso dei percorsi che esprimono, nei vari settori, il valore della presenza femminile nella società.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *