Premio “Pericles International Prize”: Giuseppe Nisticò premia Profumo, Marini e Pedersen

//   8 settembre 2013   // 0 Commenti

Immagine 92 300x222Lamezia Terme. Quest’anno il “Pericles International Prize” è stato assegnato ad Annibale Marini, presidente emerito della Corte costituzionale, a Francesco Profumo, ex ministro dell’istruzione nel governo Monti e Andersen Pedersen, vicepresidente della casa farmaceutica Lundbeck.

Il prestigioso Premio, nato trent’anni fa come sezione scientifica del riconoscimento “Alkmeon International Academy “ e giunto alla sua quinta edizione,  è promosso da Giuseppe Nisticò, professore ordinario all’università “Tor Vergata “ di Roma, ex senatore, parlamentare europeo e governatore della Calabria, in collaborazione con il sindaco di Torre Ruggiero, Pino Pitaro.

Il comitato internazionale presieduto da Nisticò e dal sindaco Piatro, è composto da Emilio Clementi, Pietro de Leo, Eugenio Gaudio, Harald Hampel, Pietro Masi, Mauro Massa, Giuseppe Nappi, Sir Salvador Moncada, Micheal Pirozynski, Jose Valverde.

L’ex governatore della Calabria riconoscendo il contributo che i premiati hanno contribuito a dare al progresso sociale spiega così le motivazione del Premio a Profumo e Pedersen: “Profumo, Ha potenziato l’innovazione e la ricerca a beneficio dei giovani su base meritocratica. Pedersen invece ha dedicato la sua vita a chi soffre mettendo a disposizione in tempi rapidi i farmaci per sconfiggere i loro mali”.

A encomiare Marini ci ha pensato Pietro Masi, ordinario di diritto commerciale a “Tor Vergata” : ”Come giurista, Marini ha la rara capacità di trovare soluzione d’equilibrio su temi delicati con saggezza, convincendo tutti”:

La cerimonia di premiazione si è tenuta nella splendida cornice dell’agriturismo “Torello” di Torre Ruggiero ala presenza delle più autorevoli personalità del mondo accademico, medico e scientifico


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *