Porsche 911, l’Italian Tour fa tappa a Padova

//   25 ottobre 2013   // 0 Commenti

M12_4773(2)

Con la presenza alla rassegna Auto e Moto d’Epoca di Padova, sono 30 gli eventi che in tutta Italia da maggio a novembre hanno celebrato i 50 anni della sportiva di Zuffenhausen. In Fiera debutto italiano della Porsche 911 “50 Years”, della 911 GT3 CUP 2014 ed esposizione della Porsche 911 RSR del Porsche Museum seconda alla Targa Florio del 1973. Domenica 27 ottobre grande raduno Porsche 911 in Prato della Valle e due concerti “Porsche Live Giovani e Jazz” nella Sala Rossini del Caffè Pedrocchi.

Porsche Italia e i Registri Storici del Marchio saranno presenti alla Fiera Auto e Moto d’Epoca di Padova in programma dal 25 al 27 ottobre con uno stand allestito nel padiglione 1 e in cui saranno esposte per la prima volta in Italia durante una Fiera, il modello celebrativo dei 50 anni che verrà prodotto in 1963 esemplari e la 911 RSR, appena restaurata dal Museo Porsche di Stoccarda, che nel 1973 partecipò alla Targa Florio.
Nello stand si potranno ricevere tutte le informazioni utili a chi pratica il collezionismo attivo grazie al servizio di consulenza che tecnici esperti in auto storiche di Porsche Italia daranno a tutti coloro che ne faranno richiesta. Un parere utile, anche in fase di compra-vendita, per un primo check della Porsche cui il collezionista possa essere interessato. La consulenza dello specialista, quindi, potrà essere molto preziosa e potrà favorire il successivo intervento in officina per effettuare tutti i controlli più approfonditi.

Nel contesto degli eventi collaterali alla Fiera Auto e Moto d’Epoca di Padova, organizzato dalla stessa Fiera e promosso da Porsche Italia, domenica 27 ottobre ci sarà un raduno in Prato della Valle riservato a 356 Porsche 911 che arriveranno da tutto il Paese per il gran finale dell’Italian Tour.
L’Italian Tour, promosso da Porsche Italia con la collaborazione dei dealer e dei club per festeggiare il 50° Anniversario della 911, iniziato lo scorso maggio, ha toccato 30 località.
Sono già state 1500 le sportive di Stoccarda che hanno già invaso con gioia festosa piazze e vie di città, paddock di autodromi, itinerari turistici lungo le più belle strade d’Italia. Insomma un “Italian Tour” con format diversi che ha esaltato la creatività organizzativa dei Centri Porsche, dei Porsche Club e anche dei tifosi, ma con un unico e dichiarato scopo: riportare la vettura sportiva al centro dell’attenzione e ridare slancio, ora più che mai, alla passione per il Marchio di cui la 911 è il cuore da 5 decenni.
Sempre domenica 27 ottobre, ma alla Sala Rossini del Caffè Pedrocchi, nell’ambito dei festeggiamenti per i 50 anni aperti alla città di Padova, si svolgeranno due concerti con i gruppi selezionati della sfida “Porsche Live. Giovani e Jazz”, una sfida che si era conclusa lo scorso anno con una sessione live molto simile ad una gara di durata in cui Porsche è sempre protagonista nel Motorsport.

A proposito di Motorsport, il percorso dell’Italian Tour ha incrociato spesso i circuiti che hanno ospitato gli appuntamenti della settima edizione della Carrera Cup Italia, sottolineando come sia inscindibile il legame fra la 911 e il mondo delle competizioni automobilistiche. Mugello, Imola, Misano e Monza sono stati gli autodromi che hanno permesso ai possessori delle sette generazioni di 911 di guidare in pista e di assistere alle gare dell’appassionante monomarca che ha avuto l’epilogo proprio domenica scorsa nel “tempio della velocità“ di Monza.
Tre sono stati i piloti che si sono giocati il titolo fino all’ultimo dei dodici Round che hanno caratterizzato la stagione 2013: Enrico Fulgenzi (Heaven Motorsport) è il fresco campione di una serie che ha portato in pista una media di 18 vetture ad ogni gara. Gare che si possono rivedere online nella sezione Media del sito www.carreracupitalia.it .) Entusiasmante è stata inoltre la doppia sfida con i piloti della Carrera Cup France (“andata“ al Mugello e “ritorno“ a Magny-Cours) per la conquista del prestigioso 911 50th Anniversary Trophy: dominio dei piloti italiani sui transalpini con Massimo Monti leader della classifica assoluta e Alberto de Amicis per la classe Gentleman driver.

E c’è anche un filo invisibile che collega Monza con Padova: il truck della Carrera Cup Italia nel corso della Fiera Auto e Moto d’Epoca sarà presente nel piazzale esterno vicino all’ingresso principale. Sotto il tendone in regola destinato alle verifiche tecniche delle auto in gara, sarà esposta in prima nazionale la nuova 911 GT 3 Cup che sarà protagonista della Carrera Cup 2014. Sempre nell’area servizi garantita dal truck Motorsport, sarà attivo grazie a Porsche Classic un magazzino ricambi per le auto storiche, saranno presenti le vetture della Porsche Sport Driving School con i propri istruttori (tutti piloti con un passato agonistico) per proporre i corsi di guida (sono disponibili cinque livelli studiati specificatamente per elevare progressivamente le prestazioni e sviluppare consapevolmente la padronanza del proprio mezzo in ogni tipo di situazione). Infine non mancherà Porsche Driver’s Selection con l’esclusivo merchandising dedicato ai 50 Anni della 911: è un’occasione unica per trovare tutti i gadget che sono stati realizzati appositamente per la storica ricorrenza

Poche altre vetture al mondo possono vantare una così lunga tradizione e continuità. Dalla sua presentazione al Salone Internazionale dell’Automobile di Francoforte nel settembre 1963, la “Tipo 901” appassiona gli automobilisti di tutto il mondo e, ancora oggi, rappresenta l’archetipo della vettura sportiva. La 911 è il punto di riferimento principale anche per tutti gli altri modelli del Marchio Porsche. Ogni Porsche, dalla Cayenne alla Panamera, rappresenta nel rispettivo segmento di mercato l’essenza dell’auto sportiva per antonomasia e, nello stesso tempo, in ciascun modello Porsche è racchiuso un frammento della filosofia 911.

Con oltre 820.000 unità prodotte e di cui circa 38.300, tra storiche e moderne circolano in Italia la Porsche 911 è la vettura sportiva di maggior successo al mondo. In ciascuna delle sette generazioni costruite finora, gli ingegneri Porsche impegnati a Zuffenhausen e Weissach hanno costantemente rinnovato la 911, dando prova della forza innovativa insita nel Marchio Porsche. Come nessun’altra vettura, la 911 è in grado di unire opposti apparentemente inconciliabili come sportività e idoneità all’uso quotidiano, tradizione e innovazione, esclusività ed accettazione sociale o design e funzionalità. Non c’è da stupirsi, quindi, se ogni generazione 911 abbia scritto la propria storia di successo. Una storia che si fonda anche sulle qualità di questo modello che Ferry Porsche ha descritto perfettamente: “La 911 è l’unica auto con la quale si può correre ad un safari in Africa o a Le Mans, andare a teatro o percorrere le strade di New York”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *