Polveri sottili. Vicenza, esposto Aduc contro il Sindaco per violazione normativa anti inquinamento

//   16 dicembre 2011   // 0 Commenti

smog vicenza 300x182Vicenza – Da 31 giorni l’aria di Vicenza è oltre i limiti sanitari. Dal 13 novembre al 13 dicembre la popolazione respira polveri sottili con una media giornaliera di 70 microgrammi per metro cubo d’aria. La legge fissa il limite a 50 mg3. Secondo il dipartimento di prevenzione sanitaria della Ulss 20 la cattiva qualità dell’aria comporta ogni anno a Verona la morte prematura di circa 10-90 persone per effetti acuti che intervengono entro 4 giorni dai picchi di inquinamento. Il sindaco di Vicenza però non sembra preoccupato dell’emergenza sanitaria nonostante le sue responsabilità in quanto ufficiale sanitario. Noi invece siamo preoccupati, perciò abbiamo depositato un esposto presso la Procura della Repubblica di Vicenza col quale chiediamo che vengano accertate le responsabilità della omissione di una legge nazionale di recepimento di una direttiva comunitaria che impone al sindaco di Vicenza e ai sindaci della provincia di Vicenza l’adozione del Piano di Azione per la tutela e il risanamento dell’aria. Obbligo sistematicamente violato. Nelle giornate in cui l’inquinamento è più elevato ci sono più accessi al pronto soccorso per asma bronchiale, più necessità di ricovero, maggior consumo di farmaci anti asmatici e antibronchitici. Quest’anno l’aria è più malata dell’anno scorso, il 2011 non è ancora finito e sono 96 i giorni di superamento dei valori di polveri sottili. Nel 2010 sono stati 87. La legge fissa la soglia a 35 l’anno.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *