Elezioni in Polonia, Donald Tusk riconfermato Premier

//   10 ottobre 2011   // 0 Commenti

premier donald tusk polonia

Varsavia – La Polonia proseguirà nel suo percorso liberale, europeista e di crescita economica. Donald Tusk, premier in carica dal 2007, verrà rieletto capo del governo di Varsavia. Dopo i primi scrutini delle elezioni politiche parlamentari tenutesi in questo weekend, il premier in carica è in testa con il 39,6% dei consensi, percentuale che non lascia dubbi sulla sua riconferma. Un successo storico: per la prima volta dalla caduta dell’ex Urss nell’89, un partito si aggiudica due mandati consecutivi. Il leader dei liberali del PO ha sconfitto la destra euroscettica e populista di Jaroslaw Kaczynski, ritenuto dall’UE un ‘pericolo’ per Varsavia. Le misure promesse dal Pis, un mix tra iniziative populiste e nazionaliste, lasciavano presagire un appesantimento dei conti pubblici statali e un declassamento del rating nell’unico paese membro che non ha accusato i colpi della recessione: la previsione di crescita del 2011 è pari al 4%.

Pericolo scongiurato, quindi, per la ‘locomotiva’ economica dell’Est, la coalizione composta dalla Piattaforma dei cittadini, il partito di Tusk, e il partito contadino Psl (9,5%), dovrebbe ottenere 233 seggi in Parlamento, con una stretta maggioranza di pochi seggi. Al riconfermato premier spetterà il compito di scegliere nuovi alleati tra la sorprendente Palikot, formazione anticlericale con un programma improntato alla legalizzazione dell’aborto, delle droghe leggere e dei matrimoni gay, che ha ottenuto il 10% in un paese storicamente cattolico come la Polonia, e la sinistra democratica ex comunista (8,6%).
Mastica amaro invece Kaczynski, che non ha digerito la sconfitta. Pesante le sue dichiarazioni post-voto: “Sono certo che un giorno vinceremo e porteremo Budapest a Varsavia”, chiaro riferimento alla destra nazionalista-autoritaria del premier magiaro Viktor Orban salita al potere in Ungheria.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *