Politica corrotta e futuro incerto

//   28 luglio 2011   // 0 Commenti

Niente di nuovo sotto il sole, uomini di partito o funzionari istituzioni imprenditori accusati di corruzione o altri misfatti. Solita storia da sempre con più o meno forti recrudescenze, o in base a quanto la magistratura si scatena, con risultati altalenanti, errori, azioni corrette e altre più tirate come codice comportamentale, aggressivi o riflessivi, arresti preventivi come se piovesse tutti commessi da esseri umani e quindi fallaci per definizione. Come “vittime della corruzione, del denaro facile e che non basta mai” quello che a volte è anche merce di scambio come il finanziamento occulto ai partiti o proventi di corruzione.

Pdl, Lega, PD, Api ecc. spesso in proporzione alle cariche ricoperte, ultimamente con la recrudescenza apparente dei misfatti e con il nuovo caccia alla streghe, che tante volte ci prende, le mani nella marmellata sembrano lasciarla anche i moralisti del PD, anche se come dice Bersani “tutte calunnie fango ecc ” querele a tutti quelli che scriveranno che chi ha sbagliato lo ha fatto per se e non c’entra nulla con il “lindo” PD, mica come gli altri che sono mariuoli matricolati, quelli degli altri schieramenti… Secondo De Magistris “il PD da sempre come gli altri non deve fare moralismi e fare autocritica ha sempre avuto scheletri e continua ad averli, non c’è un diverso modo di sbagliare”.

Tutti ballano nel palazzo, come inconsciamente i passeggeri sul Titanic che come dice Tremonti “non si salva neanche la prima classe ” il PD è sempre stato ” il Primo ” infatti andando indietro chi era il migliore? Togliatti come fino a Berlinguer erano altri politici altra pasta, nessuna grande contaminazione se non quella di dominare e occupare tutte le posizioni nella vecchia idea statalista, erano leader che volevano soprattutto essere, più che avere. Le cronache di questi giorni ci fanno assistere alla caccia della preda individuata, tanti saranno gli errori della magistratura come li definisce anche Sansonetti che è di sinistra molto a sinistra, in recenti dichiarazioni ha bollato come “ingiusto” l’arresto di Papa, come un meccanismo perverso che ora farà fare la coda alla commissione per le autorizzazioni di arresto ai parlamentari, con il PD che non si rende conto che sta sbagliando tutto anche con i falsi moralismi di essere un partito diverso non interamente contaminato come i figli del “images“, quando anche gli alleati più fedeli come De Magistris, Di Pietro o altri confessano la realtà e nessuno si ferma a pensare e agire, il Titanic della politica lontana dalla gente consuma il suo naufragio e quello di qualsiasi buona idea e ideale, mentre si deve salvare sempre tutto ciò che c’è di buono che la maggior parte delle persone e del sistema, giuste sono le condanne per chi ha sbagliato, giusto dare l’esempio non solo per l’innocenza che dovrebbe essere scontata ma fare le cose e dare risposte alla gente che non si aspetta più nulla e che vede immobile il sistema e solo intento a leccarsi le ferite, ma solo con una ” scossa ” come l’ha definita l’ ex ministro e presidente del Consiglio Amato quello dell’ una tantum, ma ha ragione, la gente vuole non solo il teorico colpo d’ala qui ci vuole azione economica e rinnovo costituzionale per rilanciare il Paese, si deve fare ripulisti si faccia ma intanto non ingessiamoci ancor più, già siamo infermi in un letto saliamo almeno in carrozzina e via poi a camminare, se rimaniamo così ci aspettano flebo e un futuro molto incerto.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *