Pitti Immagine: Crescono i compratori, in aumento i numeri degli italiani,

//   28 febbraio 2012   // 0 Commenti

pitti immagine resoconto2012

In crescita gli italiani – sono stati 6.250 – mentre restano stabili le presenze dei buyer esteri, che hanno raggiunto le 900 presenze totali. Tra i mercati esteri i risultati migliori li hanno fatti registrare Giappone (+15%), Russia (+50%), Stati Uniti (+33%), Gran Bretagna (+47%), Corea del Sud, Cina e Olanda; hanno confermato i loro numeri i compratori da Francia e Germania; cali consistenti e prevedibili per Spagna e Grecia.

“In tempi come questi anche un piccolo aumento è da leggersi come un risultato molto importante – afferma Agostino Poletto, vice-direttore generale di Pitti Immagine – soprattutto se si considera che il pubblico dei nostri saloni è in crescita ormai da qualche edizione (i compratori erano già aumentati del 14% nel febbraio 2011). I numeri degli italiani ci fanno ben sperare in un ritorno positivo per i consumi nazionali, e gli incrementi dai mercati esteri più solidi è un segnale molto positivo per l’export delle aziende; così com’erano più che prevedibili le defaillances di Spagna e Grecia. I risultati premiano i contenuti forti di questa edizione: lo scouting di novità, la selezione di collezioni capsule di grande qualità e potenzialità sul mercato, così come i tanti designer e brand emergenti che hanno partecipato a questa edizione, raccogliendo consensi tra stampa e buyer. E poi tutto il mondo degli accessori: sempre più apprezzato dai migliori buyer internazionali, per ampliare e rinnovare l’offerta delle loro boutique”.

Da sottolineare anche il successo raccolto dal progetto “The Green Closet”, promosso dal  Consolato Generale Britannico e UK Trade & Investment, che ha portato in anteprima ai saloni una esclusiva selezione di giovani brand inglesi “eco-fashion”, e il progetto speciale Ethical Fashion Africa Programme di Vivienne Westwood. E inoltre, per le aziende di Touch! neoZone e cloudnine che hanno aderito, la presentazione delle loro collezioni proseguirà online su e-pitti.com, la fiera online e marketplace lanciata da Pitti Immagine e FieraDigitale: il servizio di showroom digitale, online a partire dai primi giorni dei saloni, permetterà alle aziende e ai buyer di avviare trattative e chiudere ordini per il prossimo semestre.

Nella classifica dei primi 15 paesi rimane in testa il Giappone, seguito da Spagna, Svizzera, Francia, Germania, Grecia, Russia, Austria, Stati Uniti, Gran Bretagna, Corea del Sud, Belgio, Hong Kong, Cina, Olanda e Canada.

E tra le boutique top e i department store che hanno partecipato segnaliamo nomi come: Al Fatina (Kuwait), Barneys (Giappone), Brown Thomas (Irlanda), Bugatti (Emirati Arabi), Cashmere & Silk (Russia), Daniels & Co. (Germania), Daslu (Brasile), Galeries Lafayette (Francia), Gente Roma (Italia), Giglio (Italia), Harvey Nichols (Hong Kong), Isetan (Giappone), Luisaviaroma (Italia), Mercury (Russia), Peter Elliot (Stati Uniti), Ships (Giappone), Sugar (Italia), Tender (Stati Uniti), Tiziana Fausti Donna (Italia), The Swank Shop (Hong Kong), Vakko (Turchia), Victoire (Francia). 


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *