Perchè in molti acquistano le sterline in oro?

//   20 settembre 2018   // 0 Commenti

prezo-oro

La sterlina d’oro è una delle monete più famose e diffuse per effettuare investimenti in questo metallo prezioso. Conosciuta come Sovereign per il fatto che riporta su una delle due facce l’immagine del sovrano regnante, ha il valore nominale di una sterlina. Tuttavia bisogna tenere a mente che l’investimento viene fatto in funzione della quantità d’oro contenuta nella moneta. Di conseguenza un pezzo ben conservato può essere venduto a circa 285 euro. Lo stato di conservazione risulta essere un elemento importante perché graffi, usura e incisioni portano a una perdita di metallo prezioso e, di conseguenza, riducono il prezzo dell’elemento rispetto a quello originale.

A differenza di quanto accade con i lingotti, le sterline in oro possono essere acquistate su siti web appositi, tuttavia è importante tenere a mente che è preferibile fare riferimento a operatori che rientrano nella categoria dei banco metalli. Si tratta di società che rispondono ai requisiti fissati dalla normativa perché sono gli unici operatori autorizzati dalla Banca d’Italia a effettuare operazioni di compravendita che riguardano l’oro da investimento. In questo modo si ottengono maggiori garanzie di sicurezza ed è possibile consultare l’elenco dei banco metalli sul sito della stessa Banca d’Italia.

Un altro aspetto da tenere in considerazione è che le sterline d’oro possono essere di vecchio oppure di nuovo conio, però le differenze di quotazione sono minime. In genere la scelta dipende da una questione di preferenza personale dato che le monete di nuovo conio presentano un’estetica migliore. Invece risulta essere fondamentale il monitoraggio costante del prezzo del metallo aureo perché è da questa quotazione che dipende il valore della moneta. Infatti occorre moltiplicare il valore dell’oro per il numero di grammi di metallo contenuti per avere una valutazione immediata. Inoltre per legge il prezzo d’acquisto dell’esemplare non deve mai essere superiore all’80% di quello dell’oro sul mercato. Proprio per questo motivo è necessario investire nelle sterline quando il costo dell’oro è basso e monetizzare l’operazione (vendendo i pezzi in proprio possesso) quando questo valore sale.

Il golden fixing viene determinato presso la Borsa di Londra due volte al giorno e applicato da tutti i mercati e gli operatori che trattano questo bene rifugio. Si ricorda che il prezzo del metallo giallo aumenta quando si verificano situazioni di crisi economica, politica, finanziaria oppure valutaria che portano gli investitori a preferire i beni rifugio rispetto ad altre modalità di investimento tradizionali, come ad esempio il mercato immobiliare, le azioni borsistiche, le obbligazioni e la cartamoneta stessa. Infatti l’aumento della domanda fa crescere il prezzo della merce.

Infine le sterline d’oro garantiscono diversi vantaggi rispetto ai lingotti: innanzitutto possono essere gestiti e custoditi in maniera più facile. In secondo luogo la certificazione che attesta la quantità e la purezza del metallo contenuto mantiene il proprio valore anche se gli esemplari escono dal circuito dell’oro, ad esempio se sono conservati in casa. Di conseguenza non occorre ripetere la fase di saggiatura per accertare la veridicità di quanto riportato nel documento.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *