Patrizia Reggiani, piuttosto che lavorare, preferisce restare in carcere

//   20 ottobre 2011   // 0 Commenti

3reggiani patrizia

patrizia reggiani maurizio gucci1C’è chi non riesce a pensare a nient’altro che al momento in cui potrà lasciare il carcere, come Wanna Marchi che e’ finita a servire clienti nel bar della figlia, e chi, invece, come Patrizia Reggiani che ha scelto di restarci per comodità. Patrizia Reggiani, vedova Gucci, condannata per l’omicidio dell’ex marito avrebbe potuto usufruire della semilibertà, ma ha deciso di rimanere in carcere perché fuori dovrebbe lavorare e lei non lo ha mai fatto.

E poi si ritroverebbe come un pesce fuor d’acqua. Ormai in carcere da tanti anni ha trovato un suo spazio e preferisce rimanervi, come ha rivelato lei stessa ai giudici del Tribunale di Sorveglianza.

La signora Reggiani è rinchiusa nel Carcere di San Vittore a Milano dal 1997, condannata a 26 anni come mandante dell’assassinio dell’ex marito Maurizio Gucci, avvenuto nel 1995. Contando tutti gli sconti di pena, l’indulto e altre decurtazioni agli anni di carcere, la signora ha già scontato metà della condanna e, così come tutti, avrebbe potuto fare istanza di semilibertà. In pratica la Reggiani avrebbe avuto un lavoro con il quale uscire dal carcere durante la giornata per poi rientrarvi la sera.

 


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *