Particolari fonemi presenti nella lingua danese

//   27 febbraio 2019   // 0 Commenti

3608-lingua-danese

La lingua danese si inserisce all’interno delle lingue appartenenti alla Comunità Europea, per questo assume importanza globale e viene collocata all’interno della categoria di quelle scandinave, che appartengono al gruppo delle germaniche, all’interno della famiglia delle lingue indoeuropee.

Conta oltre cinque milioni di madrelingua, che vivono tra la Danimarca (dove è classificata come prima lingua), la Groenlandia e le Isole Fær Øer (dove è classificata come seconda lingua), altre minoranze si trovano in Islanda e nella zona nord della Germania, esattamente Schleswig-Holstein.

Una curiosità che avvicina la lingua danese a quella italiana è l’uso delle espressioni di cortesia per fare riferimento a persone terze. Per quanto riguarda una considerazione generale, invece, ci troviamo di fronte a una lingua molto complessa dal punto di vista sia grammaticale che da quello della fonetica.

Ecco alcune delle difficoltà che si incontrano nella lingua danese: l’aggiunta di tre lettere all’alfabeto latino (Æ æ, Ø ø, Å å); l’assenza della distinzione tra il genere e il singolare o plurale del pronome personale nella coniugazione dei i verbi; i sostantivi sono presenti solo in due generi, che sono il neutro e il comune, che si contraddistinguono per la presenza dell’articolo determinativo enclitico, che viene aggiunto come suffisso al sostantivo.

Sono proprio queste particolari complicazioni a rendere evidente la necessità di una traduzione professionale dalla lingua danese a quella italiana e dall’italiano al danese.

Inoltre, maggiormente insidioso è l’uso della fonetica, vediamo per esempio come alcuni elementi sono o meno utilizzati in alcune zone:

  • lo stød è un fonema indipendente presente nei dialetti danesi della zona rosa;
  • nei dialetti danesi della zona verde si nota la presenza dell’accento tonale, come anche nello svedese e nella lingua norvegese;
  • nei dialetti danesi della zona blu non si trova né lo stød né l’accento tonale.

La pronuncia dello stød può avvenire in diversi modi, nell’uso ordinario avviene una contrazione della glottide, alternativamente può avvenire con una chiusura della glottide, che corrisponde a un’interruzione dell’aria e del suono, che influenza anche il significato delle parole.

Questa circostanza si verifica in presenza di una consonante vicina, una vocale breve, nelle parole che terminano con le consonanti –nd, questo fonema è rappresentato con un apostrofo. La presenza o l’assenza dello stød distingue il significato dei termini.

Date le difficoltà della lingua, è sempre meglio affidarsi a un traduttore madrelingua esperto, che ne conosce tutti gli aspetti.

A livello internazionale la lingua danese viene inserita tra le più parlate, infatti la si parla come prima lingua in Danimarca, ma si trova come seconda lingua anche in Groenlandia, Germania, Canada, Norvegia, USA, Svezia e Islanda.

La costituzione lessicale di questa lingua si va a inserire in varie famiglie linguistiche, come il ramo scandinavo, il ramo delle lingue germaniche e quello delle lingue indoeuropee. Possiamo dire che il danese non è una lingua da improvvisare.

Una traduzione giurata danese italiano (approfondisci su https://www.pierangelosassi.it/) deve necessariamente essere eseguita da un esperto madrelingua, che possa essere in grado di proporti servizi linguistici dal/al danese, tra cui:

  • traduzione e trascrizione, scritto, audio e video;
  • sottotitolazione;
  • traduzione di documenti;
  • traduzione di siti web, software e app.
  • traduzione e impaginazione di documenti nei più diffusi formati commerciali, ad esempio: Office (Word, Excel, PowerPoint), OpenDocument, Adobe (InDesign, Illustrator), AutoCAD, Tagged files (HTML, XML), PDF.

Piccole, medie e grandi imprese richiedono questi e altri servizi per potersi proporre su un mercato internazionale. Studi tecnici e legali, enti e istituti, richiedono sempre più traduzioni giurate e asseverate, dunque certificate nella loro validità di corrispondenza di traduzione tra una lingua e l’altra.

In molte aziende sono richieste traduzioni anche legate ad attività più tecniche, scientifiche, legali e commerciali. I parametri principali che devono essere rispettati per un risultato garantito sono: qualità, accuratezza, puntualità e comunicazione.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *