Ok a testamento biologico, no all’eutanasia. Consiglio d’Europa

//   30 gennaio 2012   // 0 Commenti

testamento biologico

Nella risoluzione viene anche chiesto agli Stati che non lo hanno ancora fatto, come l’Italia, di ratificare e attuare in ogni sua parte la Convenzione sui diritti dell’uomo e sulla biomedicina, conosciuta anche come Convenzione di Oviedo.
L’Assemblea stila una lista di principi e di misure concrete che gli Stati devono seguire nel regolamentare il testamento biologico, come quella di evitare moduli complicati o oneri troppo alti in modo da assicurare che tutti possano accedere al testamento biologico.

Ma nel documento arrivato in aula mancava qualsiasi riferimento all’eutanasia o al suicidio assistito, ma un certo numero di parlamentari, tra cui gli italiani Luca Volonte’ (Udc) e Renato Farina (Pdl) hanno insistito per avere una sorta di clausola che specificasse che la risoluzione non trattava queste due questioni e che ‘l’eutanasia, intesa come l’uccisione volontaria o per omissione di un essere umano dipendente per il suo supposto beneficio dovrebbe essere sempre proibita’.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *