Concluso l’Obesity-day, è allarme aperitivo iper-calorico

//   12 ottobre 2011   // 0 Commenti

tartine

Arriva a poche ore dalla chiusura delle celebrazioni dell’Obesity Day, la giornata nazionale di sensibilizzazione su sovrappeso e salute, il monito di Giuseppe Fatati, Coordinatore dell’iniziativa nonché Presidente dell’ADI, Associazione Italiana di Dietetica e Nutrizione Clinica: durante l’aperitivo si assumono più calorie che con un pranzo completo.

celestino salmi 199x300Un’affermazione che, a parte terrorizzare i fan dell’APE (così come lo si definisce per brevità) comunque attenti al giro-vita, ha fatto storcere un po’ il naso a chi l’aperitivo lo propone con una particolare cura del dettaglio che tiene conto anche delle calorie, occhio e croce!

Se l’aperitivo fosse, infatti, semplicemente un concentrato di quanto solitamente si degusta a tavola? Una sorta di porzione minimale di quanto contenuto in un piatto vero e proprio? L’idea è di Diego Bertocchi, Capo Chef di Gamberini, la più antica Pasticceria di Bologna, che nel corso degli affollatissimi aperitivi di Via Ugo Bassi (sede della celebre Pasticceria nel centro storico della città), propone deliziosissime sperimentazioni culinarie basate su veri e propri ‘concentrati’ di quelli che sono i piatti solitamente presenti sulle tavole più chic d’Italia.

Mantovano con importanti esperienze professionali made in USA, Diego stupisce il suo pubblico, grazie alla preziosa collaborazione di altri 8 abili pasticcieri, con piccoli capolavori (sia dal punto di vista estetico che culinario) dove il fico si sposa con il formaggio, le zucchine accompagnano i gamberetti, l’uva va a braccetto con il gorgonzola. Il tutto, in scala! Piatti in miniatura, insomma, dove il gran gusto e la dovizia dei particolari si concentra in pochissimi centimetri di tartina.

Un’eccellente particolarità, alla quale la Pasticceria Gamberini tributerà la dovuta visibilità nel corso di una serie di originali serate a tema che consentiranno al pubblico di gustare non solo l’eccellenza del made in Italy ma anche sapori dal tocco esotico, per così dire, che dalla Germania condurranno ad Hollywood, per approdare a Mosca passando da Parigi, per poi giungere fino a Tokyo, e, dopo un passaggio tra New York e Milano, concludersi a Londra. Un interessante excursus gastronomico-internazionale che fa da pendant alla grande esperienza professionale del Capo Barman, Celestino Salmi, al quale spetterà l’arduo compito di coordinare i passaggi da uno Stato all’altro, per così dire, oltre che soddisfare le richieste della clientela, istruendo ad hoc i suoi fidi assistenti.

Prima serata dell’originale iniziativa, Oktober Best in Muenchen, il 12 ottobre, seguita da Tapas y Movida de Madrid, il 26. A novembre (il 9) sarà la volta di Martini Pictures to Hollywood, mentre a gennaio Mosca… solo andata! (il 25) e Gran Soirée a Paris (il 26). Tokyo by night è in scaletta per il 22 febbraio, seguita da Primavera a New York il 21 marzo e Milano da bere il 18 aprile. Per la conclusione delle Serate a tema, invece, tutti in Inghilterra, con Un’Olimpiade a Londra (16 maggio).

Insomma, qualche caloria potrebbe anche riuscire a sfuggire alla conta globale, ma la qualità dei prodotti sommata alla sapienza degli abbinamenti proposti ne bilanceranno certamente il rischio.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *