Nuova Range Rover Sport S, più potenza e meno consumi

//   30 gennaio 2012   // 0 Commenti

Range Rover S

Una versione ancora più efficiente, più potente ma con consumi minori e ridotte emissioni di CO². La nuova Range Rover Sport S arricchisce la gamma di un modello dal prezzo e dalle caratteristiche particolarmente interessanti. Infatti, il prezzo di listino è stato fissato a € 58.483 (chiavi in mano), mentre i suoi 155 kW di potenza la collocano al di sotto della nuova soglia-limite del super-bollo. La vettura, infatti, è equipaggiata con il motore 3.0 TDV6 da 211 Cv, che eroga 155 kW, con emissioni di CO² ridotte a 224 g/km, grazie al sistema d’iniezione “low flow”.

Ovviamente anche i costi di gestione sono sensibilmente ridotti, pur mantenendo gli stessi standard della versione da 255 Cv. La Range Rover Sport S consuma nel ciclo combinato 8,5 l/100 km.
Conforme alla normativa Euro 5, è equipaggiata con filtro antiparticolato (DPF) e si distingue per essere uno fra i propulsori più “puliti” del mercato. Significativi miglioramenti sono stati apportati anche ai sistemi audio Hi-ICE e Premium che si avvalgono delle tecnologie MOST Gen 2.1, mentre il nuovo sistema di comandi vocali “Say What You See” è presente nel sistema Premium di navigazione satellitare, disponibile a richiesta, ed aiuta il guidatore a ricordare i comandi suggerendoglieli man mano a schermo e permettendo anche l’impiego di codici vocali abbreviati.

Motore 3.0 litri TDV6

La nuova versione del 3.0 litri diesel LR-TDV6 eroga 211 CV (155 kW) a 4.000 giri/min. e 520 Nm di coppia a 2.000 giri/min., con emissioni di CO² di 224 g/km grazie anche al sistema d’iniezione low flow. Anche la versione da 211 Cv è equipaggiata con il sistema a due turbocompressori sequenziali paralleli e la coppia massima è raggiunta già a 2.000 giri.
Il diesel 3.0 stabilisce nuovi standard di raffinatezza ed economia grazie anche al common rail di terza generazione che opera ad una pressione di 2.000 bar e monta iniettori piezoiniettori più silenziosi che ottimizzano la combustione. Il sistema lavora in “modalità dosata” inviando agli iniettori solo la quantità di carburante necessaria, senza rinviarne l’eccesso al serbatoio con le conseguenti perdite di pompaggio. Il motore è inoltre dotato di DPF e di un avanzato sistema EGR per ridurre gli ossidi d’azoto.

Trasmissione automatica ZF 8HP70

Abbinato al motore 3.0 litri diesel Euro 5, l’eccezionale cambio ZF 8HP70 assicura una reattività senza uguali, un rinnovato piacere di guida, riducendo al contempo consumi ed emissioni. Per la migliore efficienza, non più di due frizioni interne del cambio vengono aperte allo stesso tempo.
La trasmissione 8HP70 presenta molte caratteristiche mirate al risparmio d’energia. Il sistema idraulico è più efficiente, in quanto la pompa assorbe meno energia dal motore. Il convertitore è tarato per un blocco a velocità e temperature operative inferiori, riducendo i consumi di carburante, grazie anche all’eccezionale coppia ai bassi regimi del motore 3.0. Il controllo della trasmissione al minimo seleziona la posizione Neutral quando il veicolo è fermo, con il motore al minimo e cambio in Drive, limitando così il carico sul motore e riducendo i consumi.
Inoltre, la 8HP70 se fa caldo seleziona un rapporto più basso per far girare più velocemente il motore e la pompa del condizionatore e rinfrescare prima l’abitacolo. Se fa freddo riduce il tempo di riscaldamento e le emissioni facendo girare il motore più velocemente.

Oltre ai miglioramenti apportati in termini d’efficienza, la 8HP70 offre anche vantaggi prestazionali. Un cambio di velocità viene completato in soli 200 millisecondi, i rapporti cambiano con un’impercettibile interruzione della coppia, per offrire una dolcezza di funzionamento pari a quella di una trasmissione a doppia frizione.
La 8HP70 anticipa la scalata di marcia, accordando la velocità del motore a quella della sua turbina, in modo che il passaggio ad un rapporto inferiore avvenga in modo assolutamente omogeneo. A questo contribuisce anche la maggiore vicinanza dei rapporti stessi.
Il Driver Type Detection controlla i sistemi del veicolo e gli input del guidatore per ottimizzare la risposta della trasmissione allo stile di guida del pilota; quando si affronta una serie di curve, il Curve Detection mantiene innestata la stessa marcia, evitando fastidiosi ed inutili cambi di velocità.
La trasmissione controlla anche l’uso dei freni da parte del guidatore e il rateo di decelerazione, innestando il corretto rapporto per entrare ed uscire dalla curva. Non cambia marcia necessariamente in sequenza, ma può anche “saltare” fino a sei marce, per una risposta molto più veloce nelle manovre di sorpasso.

I paddle sul volante, di serie, permettono al guidatore di intervenire manualmente sui cambi di velocità.
La leva del cambio è sostituita da un selettore rotativo per selezionare le modalità Park, Reverse, Neutral, Drive, Sport; quest’ultima ottimizza i tempi di risposta della trasmissione per il massimo dell’accelerazione, con una risposta istantanea e più veloci passaggi di velocità verso le marce superiori.

Due nuove funzioni

Nel 2011 sono state introdotte due nuove funzioni: Hill Start Assist e Gradient Acceleration Control.

Hill Start Assist (HSA). Per agevolare la partenza su forti pendenze, l’HSA mantiene nell’impianto frenante la pressione necessaria a bloccare il veicolo mentre il guidatore sposta il piede dal freno all’acceleratore e finché il motore non ha raggiunto la coppia necessaria per l’avviamento, impedendo così al veicolo di retrocedere. L’HSA è sempre disponibile, non selezionabile, ed il suo intervento non viene segnalato al guidatore.

Gradient Acceleration Control (GAC). E’ progettato per garantire maggiore sicurezza su pendenze molto ripide se il guidatore non ha inserito l’HDC. Agendo sui freni, il GAC mantiene il veicolo alla velocità stabilita dalla posizione del pedale dell’acceleratore se il veicolo procede nella direzione di marcia voluta dal guidatore, in avanti (cambio in Drive), o in retromarcia. Altrimenti (ad esempio se il veicolo scende all’indietro, ma con la trasmissione in Drive) il GAC limita la velocità a 5 km/h per un massimo di 20 secondi, permettendo a chi guida di riprendere il controllo.

Tecnologie e_Terrain, per ridurre consumi ed emissioni di CO²

La nuova Range Rover Sport è ricca di caratteristiche mirate alla riduzione dei consumi e delle emissioni di CO². La versione TDV6 3.0 da 211 (155 kW) è progettata per erogare una coppia elevata ai bassi regimi, con consumi ridotti.

Il sistema di turbocompressione sequenziale parallela del diesel 3.0 litri impiega per la maggior parte del tempo il turbo primario, di maggiori dimensioni. Se non è richiesta una maggiore potenza, il turbo secondario resta inattivo, riducendo le perdite di pompaggio e quindi i consumi. Il sistema d’iniezione Common Rail di terza generazione, con piezoiniettori e dosaggio del carburante, contribuisce sostanzialmente al raggiungimento dello stesso risultato.
La Range Rover Sport S vanta numerose altre caratteristiche mirate al risparmio d’energia. Col veicolo fermo il regime minimo del 3.0 LR-TDV6 è di soli 710 giri/minuto: Ne deriva un’economia nei consumi senza che ne risenta minimamente la raffinatezza di guida.
Il sistema Smart Regenerative Charging, inoltre, consente all’alternatore ricarica la batteria ogni volta che è possibile farlo nelle condizioni di massimo risparmio energetico.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *