Nuova A.C. Foiano- Lucignano 3 a 2-Il calcio dei campetti, il calcio puro- il ruolo degli allenatori

//   25 ottobre 2016   // 0 Commenti

foiano 1024x576

a sinistra: l'allenatore Simone Tedeschi, a destra l'allenatore Tommassini Paolo

Tutti i giorni i giornali, le televisioni, le radio ci parlano di calcio, lo sport più seguito al mondo e anche l’ Italia è fra le assolute protagoniste a livello internazionale, se ne parla se ne discute anche per i grandi interessi economici che ruotano intorno a quello che è un vero e proprio grande business. I calciatori le star intorno alle quali ruotano centinaia di persone e milioni di euro di ingaggio, poche volte ci si ricorda dove nasce tutto questo e allora ci farebbe bene ogni tanto tornare alle origini di tutto, nei campetti di provincia dove i bambini, i cosiddetti pulcini iniziano a seguire le regole della squadra, condividere i successi e imparare a digerire le sconfitte, seguire i dettami del mister vera e propria icona, una guida importante per i bambini che lo seguono fidandosi di lui come di un secondo genitore, anzi a volte più ascoltato perché è quello che vive con i bambini l’aspetto gioco della vita, quello più bello, quello più puro. Ieri pomeriggio siamo andati a vedere una di queste partite, un vero e proprio “derby” fra il Lucignano e la Nuova A.C.Foiano ( la squadra di Foiano della Chiana ) due paesi distanti 5 Km l’uno dall’altro in provincia di Arezzo, tre tempi di 15 minuti, dopo un primo tempo giocato alla pari come intensità e tecnica, i restanti due dominati dal gioco più frizzante della squadra di casa con anche qualche buona individualità, quelle che fanno la differenza anche fra i piccoli. L’allenatore della Nuova A.C. Simone Tedeschi ha preso in mano la squadra quest’anno, i bambini del 2007 e ne ha subito caratterizzato la qualità del gioco, non va dimenticato che gli allenatori vengono dalla scuola di Coverciano quella che ha formato i grandi allenatori anche della nazionale italiana, corsi di tecnica ma anche di psicologia perché come si diceva il tempo che i bimbi trascorrono con gli allenatori, con i compagni di squadra è un tempo che segnerà le loro personalità e in tanti casi a migliorare non solo la tecnica e gli aspetti atletici di se molto importanti ma anche la capacità di condividere gioie e delusioni, in mondo nel quale l’isolamento determinato anche da computer e smartphone la fa da padrone, il sano gioco di squadra è molto importante e il ruolo degli allenatori fondamentale per la crescita dei nostri figli.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *