Napoli-Milan 3-1, Cavani matador

//   19 settembre 2011   // 0 Commenti

06

Un tripletta di Cavani consegna al Napoli una grande vittoria in casa contro il Milan Campione d’Italia. A incidere sul risultato l’arma per eccellenza di Walter Mazzarri: il contropiede. Gli azzurri hanno dimostrato di essere una grande squadra e si candidano dunque alla conquista dello scudetto. Il Milan deve rivedere soprattutto la fase difensiva: poco filtro e lentezza nei ripiegamenti soprattutto da parte dei centrocampisti.

Eppure è il Milan a partire alla grande, in luogo di un Napoli un po’ troppo imbambolato. Per i rossoneri si ribalta il copione rispetto alla partita contro il Barcellona: tanto possesso palla e fraseggi frequenti. Al 12′ la squadra di Allegri capitalizza. Cassano temporeggia con la palla nei piedi dalla fascia, aspetta l’inserimento di Aquilani e scodella un assist al bacio: l’ex romanista si tuffa e insacca di testa all’incrocio nei pali.

Il vantaggio milanista dura però davvero poco. Appena un minuto dopo Lavezzi calcia una punizione dalla destra, Maggio fa sponda di testa e Cavani si trova a tu per tu con il portiere. L’uruguagio tira rasoterra e centrale, la palla corre sotto le gambe di Abbiati e va in rete. Uno a uno e palla al centro.

La partita non cambia, però il Milan non riesce più a sfruttare il possesso palla e infatti le occasioni successive sono del Napoli, anche se non eclatanti. Dal 25′ al 30′ ci provano prima Inler (punizione, palla alta) e poi Hamsik (tiro dal limite, debole).

E’ solo il prologo del vantaggio napoletano che arriva al 36′. Gargano approfitta di un Milan altissimo e lento nel ripiegamento. Il centrocampista fa 50 metri palla al piede seminando il panico tra i milanisti, poi giunto al limite scarica per Cavani che scocca una bordata che si infila all’incrocio dei pali più vicino. Abbiati non può farci nulla: E’ 2-1.

Il Milan non ci sta e tentare di raddrizzare la partita. Ci prova in particolare Aquilani. Al 39′ dopo un fraseggio complesso si trova a tu per tu con De Sanctis, ma il portiere è bravo a chiudere lo specchio e parare un tiro ravvicinato. Al 45′ lo stesso milanista tenta l’eurogol dalla distanza e sfiora la traversa.

Al 6′ il Napoli fa 3 a 1. Lavezzi crossa dalla fascia destra, Nesta ribatte malamente e consegna un assist d’oro a Cavani. Il centravanti, da dentro l’area di rigore, tira al volo e batte Abbiati.

Il Milan reagisce, ma debolmente. Solo qualche tiro di Pato che non impensierisce De Sanctis. Il brasiliano è un po’ più pericoloso al 26′, quando il solito gli serve un pallone comodo comodo per la testa. Il pallone va però alto.

I rossoneri sono abulici e praticamente innocui per i successivi dieci minuti, nonostante la palla sia sempre nei loro piedi. Il Napoli sfrutta quindi il contropiede al 32′ con Lavezzi che da buona posizione incrocia un diagonale non bellissimo, e infatti il tiro va abbondantemente al lato.

Al 40′ Cavani, sempre su contropiede, sciupa la palla del 4 a 1 e consegna la palla nelle mani di Abbiati (tiro centrale e deboli). Su successivo ribaltamento di fronte Zuniga anticipa Pato lanciato a rete.

Fino alla fine della partita c’è spazio per un tiro di El Sharaawy (subentrato ad Aquilani), bloccato dal portiere.

La partita si conclude con il 3 a 1 per il Napoli che consacra la squadra partenopea come una delle pretendenti più autorevoli per lo scudetto. Mazzarri può sorridere: il contropiede è davvero efficace e la fase difensiva si è rivelata bene realizzata.

Reti: 11′p.t. Aquilani (Mil), 13′p.t. e 36′p.t. Cavani (Nap)

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Inler, Gargano, Dossena; Hamsik (19′s.t. Dzemaili), Lavezzi; Cavani. Panchina: Rosati, Fernandez, Zuniga, Santana, Mascara, Pandev. All. Mazzarri

Milan (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Nesta, Thiago Silva, Bonera (21′s.t. Antonini); Nocerino, Van Bommel (21′s.t. Emanuelson), Seedorf; Aquilani (32′s.t. El Shaarawi); Pato, Cassano.Panchina: Amelia, Yepes, Taiwo, Valori. All. Allegri

Ammoniti: Nocerino (Mil), Pato (Mil), Aronica (Nap), Nesta (Mil), Gargano (Nap), Cavani (Nap), Antonini (Mil)

Espulsi:

Arbitro: Tagliavento


Tags:

aquilani

cassano

cavani

lavezzi

milan

napoli

scudetto


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *