Non c’è crisi per turismo e prosecco

//   27 marzo 2012   // 0 Commenti

taglio_del_nastro

Si è aperta ufficialmente l’altro ieri la 56ª Mostra del Valdobbiadene Docg. A tagliare il nastro il governatore del Veneto Luca Zaia, il presidente della Provincia di Treviso Leonardo Muraro, il prefetto di Treviso Aldo Adinolfi, il sindaco di Farra di Soligo Giuseppe Nardi, il presidente del Consorzio di Tutela Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg Innocente Nardi e il presidente della Pro Loco di Col San Martino, Stefano Pola.

«Continuando il processo di rinnovo avviato tre anni fa, anche quest’anno la Mostra del Valdobbiadene docg propone iniziative collaterali e tante novità – ha annunciato Stefano Pola – La nostra manifestazione, infatti, non è solo un’occasione di festa ma uno strumento di promozione del territorio, delle sue potenzialità turistiche e dei suoi prodotti locali».
Sul turismo e sul suo valore è intervenuto anche il Presidente Muraro: «In periodo di crisi l’area della Docg registra un incremento delle presenze turistiche del 20%. Cresce anche l’export di Prosecco, che genera il 18%
del PIL della Provincia. Per questo è importante dare certezze al consumatore sul prodotto, per questo la
Provincia e il Consorzio di Tutela lavorano per rafforzare la sua promozione. In questo momento difficile, nel quale il
governo sottrae anche le tesorerie agli Enti Locali, è possibile realizzare manifestazioni come la Mostra del Valdobbiadene Docg solo grazie alle Pro Loco e al volontariato. Il vostro lavoro è un bene assoluto: grazie a tutti i volontari e a chi ogni giorno si spacca la schiena su queste colline per realizzare un vino che ha tutte le caratteristiche dell’eccellenza».

«Il turismo è l’industria più grande del Veneto – ha ribadito il Governatore Zaia – grazie a un giro d’affari di 15 miliardi di euro e una crescita dell’8% nel 2011. Un incremento possibile grazie alla qualità dei
prodotti locali. Il Prosecco, in particolare, è un grande valore, ma va governato. A livello mondiale crescono a due cifre le vendite di vino bianco frizzante: dobbiamo stare attenti a non farci sottrarre quote di mercato, soprattutto nella fascia bassa di prezzo. La Regione Veneto sta investendo molto sul turismo rurale, con incentivi ai giovani imprenditori, e sarà accanto ai produttori al Vinitaly. Ma quando avremo l’autonomia, e le risorse che questa comporta, potremo fare molto di più per la valorizzazione del territorio».

Da quest’anno il Consorzio di Tutela del Conegliano Valdobbiadene è nel Comitato organizzatore della
“Primavera del Prosecco”. Il suo presidente Innocente Nardi ieri dal palco ha voluto sottolineare l’importanza di fare sistema e le performance sul mercato di questo straordinario prodotto: «Il vantaggio competitivo del Valdobbiadene Docg, che non potrà mai essere sottratto né copiato da nessuno, sta nella sua storia, nel territorio e nelle persone».

Ieri non si sono tenute le tradizionali premiazioni dei produttori, fissate per lunedì 2 aprile alle ore 20.30, ma è stato assegnato un premio speciale: il Governatore Luca Zaia e il Presidente della Pro loco Stefano Pola hanno consegnato un riconoscimento “alla carriera” allo storico volontario della Pro Loco Enrico Giotto per ringraziarlo della «passione, la costanza e l’impegno che in tutti questi anni ha dedicato all’associazione».


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *