Neve in arrivo, Rimini in stato d’allerta

//   30 gennaio 2012   // 0 Commenti

neve rimini 300x200Con l’alzarsi dell’allerta sulla possibilità che precipitazioni di carattere nevoso possano investire anche il territorio comunale di Rimini, si è riunito questa mattina il gruppo di coordinamento del Comune di Rimini per la gestione delle emergenze in occasione di nevicate e gelate.

La Giunta comunale ha infatti approvato nelle scorse settimane il “Piano di intervento per nevicate e gelate sulle strade di interesse comunale” che predispone l’insieme delle azioni da adottare per un più rapido ed efficace intervento in caso di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio sulle strade comunali. La direzione del piano è svolta dalla Polizia Municipale del Comune di Rimini e si avvale come braccio operativo della società a partecipazione comunale Anthea srl.

In ciascuna delle cinque le aree d’intervento in cui è stato suddiviso il territorio comunale (area Città, Sud, Nord, Ausa – Marecchia, Forese) è stata individuata la viabilità principale su cui si interverrà prioritariamente per garantirne la percorribilità. Solo successivamente a quella principale, che rimane l’obiettivo strategico principale del Piano, si potrà intervenire sulla viabilità secondaria.

Complessivamente il Piano neve prevede la possibilità d’impiego di 32 mezzi spazzaneve, 17 nell’area urbana a mare della Strada Statale 16 Adriatica e 15 nel Forese. 8 sono invece i mezzi spargisale, che in caso di pericolo di ghiaccio interverranno, anche in maniera preventiva, nelle zone più a rischio della viabilità urbana ed extraurbana come nelle rotatorie, cavalcavia e sottopassi, ecc… dove maggiori sono le criticità in caso di formazione di ghiaccio. Un’attività che già nella notte del 16 gennaio scorso ha avuto il proprio battesimo stagionale con l’uscita dei mezzi e lo spargimento di sale.

Sul fronte dell’attività di prevenzione del ghiaccio, sono già 400 le tonnellate di sale preventivamente acquistate da Anthea negli scorsi mesi, con un notevole risparmio rispetto ai costi odierni. Sale contro la formazione di ghiaccio è già stato consegnato alle 74 scuole esistenti sul territorio riminese e ai principali edifici pubblici della città per essere utilizzato nei percorsi interni delle strutture.

Accanto a quella meccanizzata, infatti, il Piano prevede l’affiancamento di un’attività manuale di pulizia e sgombero neve che sarà impiegata soprattutto nei percorsi pedonali, sottopassi e accessi agli edifici pubblici. Un’attività che in caso di necessità e di potenziamento del servizio potrà contare, oltre che sulle squadre d’Anthea, sul personale delle cooperative che già collaborano con Hera.

Sarà inoltre oggetto di pulizia tutta l’area pedonalizzata del Centro storico (strade e piazze), con particolare riferimento alle “aree mercato”. Anche i percorsi pedonali che collegano mare e monte della città, come quello di parco Cervi dal mare al Palacongressi, saranno oggetto di particolare attenzione così da facilitare la circolazione pedonale e permettere, a chi lo voglia, di lasciare a casa la propria autovettura per privilegiare lo spostamento a piedi.

Fondamentale rimane il concorso e la collaborazione dei cittadini, che potranno essere di grande aiuto nell’azione di pulizia delle strade dalla neve. In particolare evitando di lasciare parcheggiate le proprie autovetture lungo i percorsi di viabilità principale, così da permettere un più rapido ed efficace intervento dei mezzi sgombraneve, e adoperandosi direttamente per tenere puliti dalla neve e dal ghiaccio gli ingressi sia pedonali che carrabili alle proprie abitazioni e attività commerciali.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *