NestAmbiente e Alì insieme per il riciclo degli oli vegetali esausti

//   25 gennaio 2012   // 1 Commento

Lo scarto dei comuni oli vegetali che si utilizzano in cucina, se non trattato in modo corretto, si trasforma in un potente agente inquinante. Come evitare di compromettere ulteriormente i delicati equilibri ambientali? Grazie a Olly, un progetto avviato da NestAmbiente, società del Gruppo AcegasAps in collaborazione con Eco.Energia spa, che affronta in maniera strategica e organizzativa le attività di raccolta, immagazzinamento e sfruttamento energetico degli oli esausti, producendo energia pulita e biocompatibile al 100 per cento.
“L’eco-sostenibilità del progetto Olly – spiega l’ing. Aldo Fontana, Presidente di NestAmbiente – si identifica nella tracciabilità del rifiuto il cui percorso è chiaro e trasparente: comincia con la raccolta degli oli esausti con contenitori lavati e riutilizzati e si conclude con la loro valorizzazione energetica mediante il processo di cogenerazione.”

logo ali aliper2
Alì spa aderisce al progetto Olly inaugurando quest’oggi il primo punto per la raccolta degli oli alimentari esausti nel negozio di Abano Terme, cui seguirà la realizzazione di ulteriori punti di raccolta in altri dieci supermercati a Padova. L’iniziativa rientra nell’ambito della campagna We Love Nature, per mezzo della quale Alì spa promuove il rispetto per l’ambiente e la sua salvaguardia nei propri punti vendita e sul web, coinvolgendo direttamente i propri clienti in progetti come We Love Trees che consentono di fare un gesto concreto nei confronti dell’ambiente, donando un albero attraverso i punti della propria carta fedeltà.

Per promuovere questo progetto per il recupero e riciclaggio degli oli esausti scende in campo il primo cittadino di Abano Terme, il sindaco Luca Claudio, che ha inaugurato il nuovo punto di raccolta insieme a Aldo Fontana e Giuseppe Righetti, Presidente e Direttore di NestAmbiente, Francesco Canella, Presidente di Alì spa e Furio Fabbri di Eco Energia
“E’ un’importante e meritevole iniziativa alla quale ho subito aderito -commenta il Sindaco Luca Claudio – Il nostro Comune, certificato Emas, è da sempre attento alle problematiche ambientali e per la sua vocazione turistica siamo tenuti a mantenere sempre alta la qualità e l’immagine del territorio. L’iniziativa, promossa in collaborazione con NestAmbiente, offre l’opportunità a tutti i cittadini di contribuire attraverso un piccolo gesto, come la raccolta dell’olio esausto da cucina, al rispetto della natura e dell’ambiente, patrimonio per la cui salvaguardia siamo tutti tenuti a collaborare, evitando di liberarci di un rifiuto altamente inquinante con gesti semplicistici, come scaricarlo nel lavandino di casa o nel tombino stradale”

“Il progetto Olly sottolinea l’impegno costante del Gruppo AcegasAps nel promuovere azioni concrete per la sostenibilità ambientale – dice Cesare Pillon Amministratore delegato di AcegasAps – ma serve collaborazione. E’ importante che i cittadini diventino sempre più consapevoli del valore delle proprie scelte, perché è sufficiente prestare un po’ di attenzione nel differenziare e conferire correttamente i rifiuti per produrre grandi vantaggi all’ambiente. Basta davvero un piccolo sforzo di civiltà per compiere tutti i giorni grandi gesti per il benessere del territorio in cui viviamo”
Da oggi, i clienti del supermercato Alìper di Abano Terme riceveranno in omaggio un contenitore da 3 litri per la raccolta degli oli e materiale informativo contenente tutte le informazioni per utilizzare correttamente il nuovo servizio, completamente gratuito. Una volta riempito, il bidoncino Olly dovrà essere consegnato al punto di raccolta per il ritiro di un nuovo contenitore vuoto e pulito.

I benefici che questo progetto apporta alla collettività e all’ambiente, sostituendo a una cattiva abitudine una scelta consapevole, sono enormi: risparmio energetico, produzione di energia elettrica e termica da fonte rinnovabile, tutela delle tubature dai danni causati dal versamento dell’olio usato nello scarico delle cucine; riduzione dell’inquinamento delle falde acquifere, con conseguente abbattimento degli aggregati oleosi nei terreni che li rendono meno fertili; diminuzione dei costi di depurazione delle acque; eliminazione del reinserimento di
grassi saturi dell’olio vegetale esausto nella catena alimentare che causano danni alla salute.

I cittadini interessati possono richiedere tutte le informazioni relative al progetto Olly chiamando il call-center del Gruppo AcegasAps all’800 237 313 (numero verde gratuito per chiamate da telefono fisso) o al 199 – 501099 (servizio a pagamento per chiamate da cellulari) da lunedì a venerdì dalle 8.00 alle 18.30 e il sabato dalle 8.00 alle 13.00 o scrivendo a info@nestambiente.it

home nestambiente1


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. By roberto, 29 marzo 2017

    nell’articolo si e’ dimenticato di scrivere che questa societa’ si becchera’ del combustibile (olio vegetale esausto) a costo praticamente zero…

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *