“NELL’OMBRA NEL SOLE. Attilio Forgioli e Mohammed Al Maamri” al Museo della Permanente

//   4 giugno 2015   // 0 Commenti

1 Attilio Forgioli - foto © copyright Masha Sirago

3 Forgioli e M foto © copyright Masha Sirago 300x151

opere di Attilio Forgioli

Oman e Italia, due paesi a confronto e in dialogo attraverso le opere di due pittori, Attilio Forgioli e Mohammed Al Maamri, cresciuti sotto influenze apparentemente così distanti, ma accomunati da una stessa ricerca della bellezza. E’ la mostra “Nell’ombra nel sole”, a cura di Carlo Arturo Quintavalle, tenutasi presso il Museo della Permanentedal 5 al 27 maggio 2015 e promossa da Timeo Neutral Sicav con Cfo Corporate Family Office Sim.

4 Mohammed Al Maamri foto © copyright Masha Sirago 300x173

opere di Mohammed Al Maamri

Attilio Forgioli nasce a Salò nel 1933. Studia pittura all’Accademia di Belle Arti di Brera con Achille Funi. Nel 1957 comincia a insegnare disegno nella scuola media fino a quando, nel 1965, dopo una mostra, la Galleria Bergamini lo lega con un contratto di lavoro che durerà fino al 1980. Ha esposto dal 1956 in importanti gallerie e musei in Italia, Belgio, Francia, Germania, Inghilterra, Russia, Svizzera e Stati Uniti. Nel 1976 viene invitato alla Biennale di Venezia e alla Biennale di SanPaolo in Brasile. Nel 1985 partecipa alla Triennale di Milano e alla Quadriennale di Roma. Espone alla Biennale della Permanente di Milano dal 1974 fino all’ultima edizione.La Permanente inoltre ospita nel 2006 una retrospettiva.Nel 2008 al Miglio in Castello a Brescia espone cinquanta opere degli ultimi dieci anni di lavoro.Nel 2010, dopo una donazione di 150 opere all’Università di Parma, viene organizzata una grande esposizione nelle scuderie del Palazzo della Pilotta.E’ invitato nel 2011 alla Biennale di Venezia dove espone al Padiglione Italia. Nel 2012 espone al Palazzo delle Stelline a Milano con una mostra di ritratti e opere dipinte e, allo Studio Centenari di Piacenza, con una mostra di ritratti.Nel 2013, con un ciclo di ritratti dedicati all’amico Pippo Zane, inaugura il nuovo spazio espositivo della Civica Raccolta del Disegno a Salò. Espone alla Triennale di Milano nella mostra “La Lettura 100. Le prime 100 copertine del supplemento culturale del Corriere della Sera”. A dicembre 2013 espone alla Galleria Rafanelli di Genova.Nel 2014 espone alla Permanente di Milano nella mostra collettiva “Nati nei ’30” e alla Galleria Centofiorini di Civitanova Marche.

2 Forgioli foto © copyright Masha Sirago 300x206

opere di Attilio Forgioli

Carlo Quintavalle, storico e critico d’arte, curatore della mostra, scrive nel catalogo della mostra: (…) “Forgioli pittore della durata, della meditazione, del tempo lungo delle immagini. Forgioli è una figura singolare nel panorama della pittura italiana, quella che si lega alla tradizione dell’Informale ma insieme se ne distacca e proprio i dipinti degli ultimi due anni sembra ne siano una prova significativa. Certo l’artista prosegue alcuni cicli ben noti, quello dei Frutti, quello del Residence, ma sviluppa in modo nuovo un altro ciclo, affronta un altro territorio raccontando dell’Africa e aprendo un ciclo in sostanza finora mai tanto a fondo sondato, che l’artista ha voluto chiamare Periferie ma che, in realtà, evoca una dimensione ben diversa, quella dei campi di concentramento (…)

5 Mohammed Al Maamri foto © copyright Masha Sirago 300x181

opere di Mohammed Al Maamri

Attilio Forgioli, classe 1933, racconta di sé, dove è nato e attraverso i suoi ricordi si può conoscere meglio il suo percorso artistico, clicca su : Attilio Forgioli (video 9’33″ © copyright Masha Sirago).

6 Oman foto © copyright Masha Sirago 300x206

esposizione fotografica dedicata al Sultanato dell'Oman

“Mi ispiro alla cultura della gente dell’Oman, ai valori di questo popolo”, così scrive Mohammed Al Maamri che spiega anche il suo modo di operare: con la macchina fotografica riprende spazi, luoghi, cerimonie, persone, poi rielabora il lavoro in studio con una tecnica complessa, usando a volte, come base, fogli di giornali e dipingendo con textures diverse di colore. Ecco quindi i fondi di sapore informale, dalle rapide pennellate che evocano i modi dell’Abstract Expressionism americano, peraltro posti a contrasto con le immagini che stanno al centro del dipinto, a volte ritratti, altre composizioni con figure ed animali. Mohammed Al Maamri inizia il suo percorso artistico in bianco e nero, usando la matita a mina che esalta la bellezza del contrasto tra le ombre e la luce. Attualmente si dedica principalmente al realismo, al surrealismo e alla calligrafie che gli permettono di utilizzare tecniche e mezzi diversi. Nei suoi lavori mira ad armonizzare gli oggetti della sua pittura con i loro colori per ottenere un ritmo cromatico diverso. Mohammed è membro di varie società artistiche omanite e straniere ed ha partecipato a numerose mostre nel Sultanato e all’estero.

7 Oman foto © copyright Masha Sirago 300x224

esposizione fotografica dedicata al Sultanato dell'Oman

Al contempo, la mostra “Nell’ombra nel sole. Attilio Forgioli e Mohammed Al Maamri” è stata affiancata dalla mostra fotografica “Oman. Harvest Beyond Landscapes” con la quale il Sultanato dell’Oman si è presentato per la prima volta in Italia, in occasione di Expo 2015, per promuovere i colori e le emozioni dei suoi paesaggi incontaminati, attraverso 50 scatti realizzati da 18 fotografi internazionali. Tale mostra è stata voluta dal Ministero del Turismo, in partnership con Oman Air e curata da Anna Premoli.

(Masha Sirago, testo, video e foto © copyright Masha Sirago, mashasirago@gmail.com)


Tags:

Attilio Forgioli

Carlo Arturo Quintavalle

esposizione fotografica

italia

Masha Sirago

milano

Mohammed Al Maamri

mostra

Museo della Permanente

Nell'ombra nel sole

Oman

Sultanato dell'Oman


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *