Moto Guzzi Fast Endurance : a Magione il trofeo della V7 III si dimostra sempre più divertente e spettacolare

//   24 giugno 2019   // 0 Commenti

03-moto-guzzi-fast-endurance-action

Il Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance ha dato vita a un altro emozionante fine settimana “racing” all’Autodromo dell’Umbria, a Magione, teatro della terza tappa della serie monomarca organizzata da FMI e Moto Guzzi e dedicata alle Moto Guzzi V7 III equipaggiate con il Kit Racing GCorse e con le gomme Pirelli Phantom Sportscomp RS.

 

Un campionato che si sta rivelando sempre più divertente e spettacolare e in grado di far divertire tutti i piloti, dal motociclista neofita al gentleman rider più esperto e smaliziato. La gara “miniendurance” di un’ora ha visto trionfare il Team Biker’s Island, al primo successo stagionale e terzo vincitore diverso in tre gare. Già autori della pole position al termine delle prove cronometrate del sabato, Samuele Sardi e Oreste Zaccarelli hanno portato la loro “settemmezzo” di Mandello davanti a tutti al traguardo grazie a una corsa senza sbavature, gestendo con intelligenza il vantaggio sul Team Circuito Internazionale d’Abruzzo, anche in occasione dei cambi pilota in pit lane.

 

Secondo al traguardo e autore del giro più veloce della gara (1’24”547), il Team Circuito Internazionale d’Abruzzo è stato l’unico equipaggio che ha provato a impensierire Sardi e Zaccarelli, mentre la lotta per il terzo gradino del podio è vissuta sul confronto serrato tra tre equipaggi: Guaracing Factory Team (Rubini-Rizzardi), Team ChiMoto (Tosolini-Santi) e la coppia formata da Lorenzo Baroni e Domenico Valenza, al via come ospiti speciali in questo appuntamento. A spuntarla sono stati questi ultimi, grazie a una bella rimonta dall’ottava posizione fino appunto alla terza, conquistata con un bel sorpasso a pochi secondi dallo scadere dei 60 minuti di gara. Un recupero che è valso loro anche il premio riservato a chi guadagna più posizioni dal primo giro alla bandiera a scacchi.

 

Protagonista di una straordinaria rimonta anche il team Virgin Radio, che vedeva al via DJ Ringo in coppia con Paolo Rovelli: soltanto una incomprensione al traguardo ha impedito alla coppia di essere classificata ufficialmente al decimo posto, dalla 18. e ultima posizione occupata dopo un giro di gara.

 

In sella alla V7 III del team The Clan hanno corso i piloti votati online dalla community ufficiale Moto Guzzi, Alessandro Cimaroli e Antonio Paparo: dodicesimi al traguardo, hanno vissuto come tutti gli altri un fine settimana all’insegna della passione e dell’amicizia in pista e nel paddock, in pieno stile “guzzista”.

 

Anche a Magione la Moto Guzzi V7 III dotata del kit “racing” GCorse ha stupito per come sa essere divertente da guidare, veloce, maneggevole e sfruttabile da tutti: prova ne è il fatto che tutte le 18 moto al via hanno terminato la gara.

 

 

La classifica della gara

 

1 – (93) Biker’s Island

2 – (76) Circuito Internazionale d’Abruzzo

3 – (29) Baroni-Valenza (wild card)

4 – (127) Guaracing Factory

5 – (19) Team ChiMoto

6 – (48) Team Proraso

7 – (12) Team Zard

8 – (69) Fab Four Racing

9 – (71) 598 Corse

10 – (37) Enault-Gaime (wild card)

11 – (850) Moto Guzzi World Club

12 – (57) The Clan

13 – (13) Lupo Racing

14 – (21) Canottieri Moto Guzzi

15 – (45) Team Spirit of 4.5 – PMR Moto

 

 

Un format per tutti: atmosfera classica, spirito giovane

L’inedito format del Trofeo Moto Guzzi Fast Endurance è perfetto per il divertimento di tutti, dal neofita della pista all’appassionato più smaliziato. Ogni fine settimana di gara prevede al sabato due turni di prove cronometrate, entrambi della durata di 20 minuti per ciascun pilota. La media dei migliori rilievi cronometrici ottenuti dai due piloti dell’equipaggio determinerà la posizione di partenza di ciascun team nello schieramento della gara della domenica. Un evidente richiamo alle leggendarie corse endurance di un tempo risiede proprio nella partenza della gara, che avverrà in stile “Le Mans”, ovvero con le moto allineate su un lato della pista e i piloti che allo start attraversano di corsa il nastro d’asfalto per salire in sella e partire.

In corsa, ciascun pilota non può guidare per più di 15 minuti + 2 giri consecutivi: ciò significa che la gara – della durata di 60 minuti – è movimentata da almeno tre cambi pilota, che avvengono nella corsia box. Al termine della gara vengono assegnati punteggi ai primi 15 team classificati.

 

I prossimi appuntamenti sono in programma sulle piste di Adria (1 settembre) e Misano (13 ottobre). L’iscrizione ai singoli appuntamenti del Trofeo è possibile fino a due settimane prima della gara.

 

Per rimanere aggiornati su tutte le novità relative al trofeo Moto Guzzi Fast Endurance 2019 è sufficiente consultare le pagine web del Trofeo, fastendurance.motoguzzi.com, e il sito della Federazione Motociclistica Italiana, www.federmoto.it.

03 Moto Guzzi Fast Endurance action04 Moto Guzzi Fast Endurance podio


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *