Ginnastica Ritmica, Italia nella storia. Terzo Mondiale consecutivo e 2 argenti

//   25 settembre 2011   // 0 Commenti

italia mondiali ritmica 2011 campione

Elisa Santoni, Elisa Blanchi, Anzhelika Savrayuk, Romina Laurito, Marta Pagnini e Andreea Stefanescu. Ecco i nomi che proiettano l’Italia nella storia della ginnastica ritmica. Dopo il trionfo di ieri di Bronzini nel ciclismo, ecco un’altra impresa in rosa che riempie d’orgoglio il nostro paese, in sport troppo spesso dimenticati dai media e dal grande pubblico.
A Montpellier (Francia) le 6 ginnaste azzurre conquistano il terzo titolo Mondiale consecutivo dopo i successi del 2009 e 2010. Le Farfalle hanno ottenuto un punteggio di 55.150, precedendo le storiche rivali Russia (54.850) e Bulgaria (54.125). Per Santoni, Blanchi, Savrayuk e Laurito si tratta dunque del terzo oro, mentre le debuttanti Pagnini e Stefanescu assaporano per la prima volta la gioia iridata. Con questo successo la nazionale di Maccarani ottiene anche il pass diretto per le Olimpiadi di Londra 2012.
“Sono senza parole – ha dichiarato subito dopo la vittoria il presidente di Federginnastica, Riccardo Agabio - queste sono ragazze splendide. Sono al settimo cielo per loro, per l’ allenatrice Emanuela Maccarani e per tutto lo staff. L’ennesimo risultato di un duro ma tenace lavoro”.

Altri due argenti

Dopo lo splendido oro di sabato, domenica arrivano altri due scintillanti argenti di squadra nelle prove di specialità. Le Farfalle chiudono al secondo posto sia nell’esercizio delle 5 palle che in quello dei 3 nastri e 2 cerchi. Nel primo dei due, le azzurre hanno ottenuto 27.000, un punto esatto in meno della Russia che si è rifatta della debacle di ieri; non senza polemiche, visto che il divario decretato dalla giuria non rispecchia quanto visto in pedana. Terza la Bulgaria (26,950) che invece ottiene l’oro nei 3 nastri – 2 cerchi con 27,400 distaccando le azzurre di quasi sette decimi (26,725). Bronzo a Israele (26,675).
L’Italia chiude così al meglio il Mondiale di ginnastica ritmica, dove si piazza al 7° posto della classifica globale per nazioni (prima tra le occidentali) con il sontuoso bottino di un oro, due argenti e il pass per le Olimpiadi, oltre che per la squadra, anche per l’individualista Julieta Cantaluppi.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *