Il Monastero di Certosa e quell’iniqua tassa

//   6 febbraio 2012   // 0 Commenti

monastero della certosa

Nel capitare in visita al Monastero della Certosa mi sono intrattenuto a parlare con uno dei quattro frati che abitano l’enorme Monastero e gli ho chiesto come affrontavano il peso delle tasse! Orrore! Grava su loro 23.000 € di nettezza l’anno conteggiata sui mq del monastero! 4 frati che dedicano la loro vita alla preghiera, alla rinuncia… Ossessionati dal peso della nettezza! Questa e’ la civilta’ italiana! Onore a Putin che ha fatto in modo che la Chiesa Ortodossa non abbia disturbi. Con questa tassa lo spirito monastico di questi eroici fraticelli viene calpestato! Eppure questo Convento fu nei secoli una gloria italiana! L’inflessibilita’ della Legge fa capire l’essenza della nostra civilta’ italiana. Ci sarebbe da capire chi pagherebbe e con cosa se ai frati arrivasse Equitalia. Bella quella umanita’ dei secoli passati che sosteneva e curava la pace dei frati con la propria autorita’ e impediva a chiunque di violare la sacralita’ di quelle esistenze. Gia’ oggi la Scienza ci dice che le preghiere sono dei fessi, illusi e beati. E se la Scienza levasse a se stessa tutte le certezze chi c’insegnerebbe a pregare Dio? Dei frati esauriti dall’incubo di dovere pagare? Certo che se Dio continuera’ a lasciare fare, di frati non ne avremo più’ uno, e quell’invisibile forza ch’essi rappresentano sparira’ per sempre, alla percezione. Ma quanti riescono a percepirla questa forza abissale che c’e’ in un frate? Pochi! Ed e’ per questo che essi sono schiacciati dal peso delle tasse dell’immondizia che sostituisce la grandezza dell’infinito che c’e’ in loro. L’altare della nostra societa’ e’ l’immondizia, mentre per i frati l’altare e’ il Cristo, al quale oggi si possono concedere con la distrazione obbligata di dovere pagare in modo iniquo una tassa che in questo caso e’ l’orrore che avvolge il monastero della Certosa a segnale di trionfo d’un intero sistema asservito ai disvalori, quelli che dominano incontrastati nell’odierna cosiddetta italiana civilta’, che si chiamano Scienza, Razionalita’, Relativismo, Statistica etc Disvalori che sono seduti sul trono della coscienza dell’Uomo, e che costringono 4 frati in un immenso storico Monastero, riferimento di tante generazioni passate, a dovere con “sgomento” pensare insieme alla preghiera alle tasse sulla nettezza applicate ai mq del Monastero. Non e’ la difesa ad oltranza loro, ma un segnalare l’iniqua tassa, l’iniquo procedere che come colpisce loro cosi’ colpisce i cittadini. Perche’ la liberalizzazione non riguarda anche il settore della monnezza? E perche’ nessun galant’uomo di deputato come Lusi ed altri non hanno posto attenzione a questa cosa? Mi puo’ anche stare bene, “e ci sto!” che uno Stato sia assente su tante cose, ma “non ci sto!” se la macchina dello Stato deve stritolare 4 frati custodi di un Monastero che per 700 anni ha illuminato le coscienze di generazioni. Quindi o la vita di questi predecessori ha lo stesso valore essenziale della monnezza o ha un valore assoluto di trasmissione di segreti assoluti dell’Universo inteso come formatore le Leggi dell’Universo e non come somma delle Leggi dell’Universo. Dico questo per prendere le distanze da chi assevera il Mistero della Vita e dell’Universo a Leggi sconosciute nel titanico atto di superbia che sempre e in ogni caso ricondurrebbe alla propria teca o scatola cranica che sia. Si parla di leggi supercomplesse dell’Universo, si parla di ricerca sulle origini dell’universo, e su questo parlare si monta una filosofia che nella sua elaborazione potenziale giustifica anche l’annientamento di 4 frati cui si nega siano portatori di una Luce che non e’ asservita alle Leggi dello Spazio e del Tempo ovvero della nostra umana dimensione, e con detta negazione si arriva a guardare con indifferenza un Dalai Lama che per non dispiacere i cinesi viene ricevuto da un Obama quasi di nascosto e fatto uscire dalla porta della monnezza. Lo stesso Obama che difatto e’ il responsabile del disastro del Golfo perche’ quando concesse alla BP le trivellazioni marine avrebbe da Presidente degli States potuto imporre la condizione di massima sicurezza violata come un ingegnere della Nuova Pignone esperto in trivellazioni marine mi disse e mi spiego’. Dai fraticelli ad Obama! Qualcuno potrebbe dire che come autore di questo articolo avrei potuto parlare anche della Genesi, ma invece ad attento lettore non sfuggira’ che il filo essenziale che colgo e che connette i fraticelli al potente Obama e quindi all’essenza della vita dalla cui peritale stima tutto si genera di conseguenza.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *