Milano sprofonda -4%. Crollo della Borsa

//   12 luglio 2011   // 0 Commenti

borse mercati

La crisi in Italia è “essenzialmente determinata dai mercati, ai quali il governo italiano e i suoi partner europei saranno molto attenti“. Il direttore generale del Fondo Monetario Internazionale (Fmi), Christine Lagarde, ammette però che la crescita economica italiana deve migliorare per assicurare la stabilità: “é essenziale per ristabilire la situazione, oltre alle misure già decise con l’obiettivo di riportare il deficit al 3% nel 2012″. “Alcune cifre dell’Italia sono eccellenti. Il deficit primario è uno dei migliori. Il debito è particolare nelle sue caratteristiche perché è detenuto all’interno del paese. E’ chiaro che l’Italia si confronta al momento con problemi che sono dettati dai mercati” afferma Lagarde, criticando le agenzie di rating che, nella crisi europea, “giocano un ruolo. Non c’é dubbio“.

Nei giorni scorsi Moody’s ha tagliato il rating del Portogallo a spazzatura, sollevando critiche dall’Unione Europea e dalla Banca Centrale Europea (Bce). E alimentando la spirale della crisi europea, già infiammata dalla Grecia. “La Grecia ha lavorato molto per ridurre il deficit e riuscire a riequilibrare il budget di 5 punti percentuali del pil. Si tratta di una performance considerevole ma sappiamo tutti non sufficiente: bisogna fare di più. La soluzione dovrà essere trovata fra i partner europei, compreso il governo greco, la troika (il Fmi, la Commissione Europea e la Bce)”. Sul nuovo piano di aiuti alla Grecia e la parte che il Fmi potrebbe giocare, Lagarde afferma: “Non siamo ancora in una fase di studio delle condizioni, dei termini, della durata e del volume. Nulla può borsa milano2essere considerato come acquisito”. Il Fmi ha dato il disco verde alla quinta tranche da 3,2 miliardi di dollari del prestito accordato alla Grecia lo scorso anno. La sesta tranche dipende dal secondo piano di aiuti che le autorità europee valutano.

Anche Wall Street registra cali superiori all’1% con il Dow Jones che perde l’1,20%, il Nasdaq che cede il 2%. Ma certo il Belpaese perde di più. “L’Italia non fallirà mai perché é un Paese ricco” commenta Lorenzo Bini Smaghi, membro del Comitato esecutivo della Bce lasciando un messaggio che chissà se alla riapertura i mercati ascolteranno considerando che oggi non sono servite le rassicurazioni di Angela Merkel, la consigliera tedesca che si é detta “fiduciosa” sul fatto che l’Italia riesca a realizzare le riforme necessarie per ristabilire la fiducia nella zona euro.
Giorgio Napolitano ha detto che “oggi più che mai dovrebbe sprigionarsi nel nostro Paese un impegno di coesione nazionale di cui c’é bisogno per affrontare le difficili prove che sono all’ordine del giorno”. Lo ha detto al Viminale portando un saluto alla cerimonia per i 100 anni del palazzo sede del ministero dell’Interno.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *