Milano Live Wine 2017, Salone Internazionale del Vino Artigianale

//   23 febbraio 2017   // 0 Commenti

1

250 300x224Sabato 18 e domenica 19 febbraio 2017 si è tenuto a Milano Live Wine, il Salone Internazionale del Vino Artigianale, ospitato negli spazi del Palazzo del Ghiaccio di via Piranesi dove oltre cento vignaioli italiani ed europei hanno presentato i loro vini artigianali, autentici e di qualità a un pubblico tanto di esperti del settore quanto di semplici appassionati o curiosi.343 300x240

Durante l’intera durata dell’evento – realizzato in collaborazione con la manifestazione Vini di Vignaioli-Vins de Vignerons e l’Associazione Italiana Sommelier Lombardia – è stato possibile degustare i vini presenti con il solo biglietto d’ingresso (€16,50 in prevendita fino al 5 febbraio o € 20 in fiera) e acquistare le bottiglie direttamente dai produttori.

Sono stati 4.500 visitatori, complessivamente nelle due giornate, di cui quasi 1000 operatori (ristoranti, enoteche, sommelier professionisti e distribuzioni internazionali),  173 espositori di cui 168 le cantine (32 estere) e 5 le distribuzioni, 800 i vini in assaggio e 17 banchi dedicati al cibo di qualità artigianale.

424 300x224Quattro degustazioni speciali sono state condotte da Samuel Cogliati (a numero chiuso con un biglietto aggiuntivo) ed hanno avuto un grande seguito di pubblico, che ha risposto in maniera entusiastica alle tematiche che quest’anno sono state affrontate: il Sud-Ovest della Francia, l’Etna, la Borgogna e il territorio di Marsala.

“Vino ancora in vasca, si chiamerà Gesusio ed è un Ovada Docg Dolcetto di Ovada Superiore 2015 che nasce da una vigna storica con ceppi oltre 60 anni su terre molto magre: tufo e marne sabbiose. Poca produzione ma molto fine ed elegante” mi racconta la vignaiola Giovanna De Rege, Azienda Rocca Rondi a Castello di Rocca Grimalda (AL). E mentre proseguo il giro tra degustazioni di passito di Pantelleria e un Moscato di Saracene (CS) i miei ricordi vanno alla dolce musica del Maestro Bacalov che ha composto “Barbatelle, ovvero Una di vino commedia”, opera che ho ascoltato in Auditorium a Milano( “Barbatelle – Una di vino commedia” di Luis Bacalov in Auditorium a Milano: http://www.mondoliberonline.it/torna-barbatelle-una-di-vino-commedia-di-luis-bacalov-in-auditorium-a-milano/62763/. ). Tale opera è stata scritta dal librettista e produttore di Brunello di Montalcino Giancarlo Cignozzi che fa crescere i suoi vigneti 24 ore su 24 con la musica di Mozart nella sua azienda Il Paradiso di Frassina.

Opening Party di Live Wine si è tenuto alla Santeria Social Club, con musica dal vivo del duo formato dal chitarrista flamenco Denis Stern e il percussionista di tabla Arup Kanti, per proseguire con i ritmi gipsy della swing band Pepper Jab. Gli ospiti della sala concerti hanno ascoltato e ballato fino a tarda serata sorseggiando i vini dei produttori presenti in fiera scelti per l’occasione.

Per info: www.livewine.it

Riproduzione riservata, Masha Sirago, testo e foto © copyright Masha Sirago/ReportersAssociati&Archivi, mashasirago@gmail.com


Tags:

AIS

Auditorium

Auditorium di Milano

Azienda Rocca Rondi

Barbatelle

Barbatelle ovvero Una di vino commedia

Brunello di Montalcino

Giancarlo Cignozzi

Il Paradiso di Frassina

Live Wine 2017

Louis Bacalov

Masha Sirago

milano

Milano Live Wine

Mozart

Palazzo del Ghiaccio

Samuel Cogliati

Santeria Social Club

Vini di Vignaioli-Vins de Vignerons


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *