Meeting Rimini / Calderoli: “Toccare le pensioni di chi non ha mai lavorato”

//   25 agosto 2011   // 0 Commenti

calderoli_al meeting

“Forse e’ davvero il caso di andare a rivedere. Per esempio, chi ha pensioni di reversibilita’ eccessivamente alte, oggi percepisce degli accompagnamenti che attualmente vengono dati indistintamente a tutti senza dei limiti legati al reddito”. Quanto alla possibilita’ di intervenire sulle altre pensioni nell’ambito della manovra Calderoli puntualizza: ”Il testo contenuto nella manovra e’ stato oggetto di una lunga trattativa, e nasce da un accordo tra Berlusconi e Bossi. Non e’ il testo di partenza: il decreto rappresenta il punto di approdo, e riteniamo che debba rimanere tale”.

E poi “Ci siamo inventati una tassa sull’evasione: oggi pomeriggio andremo a finire di scriverla ma ci siamo inventati una patrimoniale contro gli evasori”. E’ quanto ha annunciato al Meeting il ministro Roberto Calderoli. “Non sono d’accordo sulla patrimoniale perche’ quelle persone sul patrimonio hanno gia’ pagato le tasse, ma dico si’ a una patrimoniale con detrazione per le tasse pagate prima che non colpisca chi ha gia’ pagato le tasse”.

“Se dovesse passare l’ipotesi” della tassa sull’evasione “il contributo di solidarieta’ non avrebbe piu’ senso di esistere”, ha aggiunto. “La tassa sull’evasione – ha spiegato poi Calderoli nel corso di una conferenza stampa – e’ legata alla necessita’ di poter vedere il patrimonio dei vari soggetti e, quindi, impropriamente la chiamiamo patrimoniale”.
“A chi ha gia’ contribuito con le proprie tasse verra’ detratto quanto gia’ pagato”. Se passa questa “tassa sull’evasione – puntualizza l’esponente del Carroccio – il contributo di solidarietà non avrebbe più ragione di esistere”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *