Made in Italy: Polidori, “rinascita” dell’Ice nella nuova veste di un’Agenzia più snella

//   29 ottobre 2011   // 0 Commenti

polidori_berlusconi_calearo

catia polidori2”Bisogna individuare -ha detto – una forma di accompagnamento, la piu’ efficace possibile, delle imprese italiane nella loro proiezione internazionale. Valorizzando ad esempio quanto di meglio 85 anni di vita dell’Ice, quanto di meglio le donne e gli uomini dell’istituto hanno offerto alle nostre imprese nel commercio internazionale”.

”Ma ci tengo a dirlo – ha aggiunto – non con la macchina del tempo che ci riporti a prima del 6 luglio, a prima della cancellazione. Dobbiamo saper proiettare il nuovo soggetto nel XXI secolo, nel mondo post Atlantico e post Uruguay Round. Questa e’ una delle prime richieste emerse dai tavoli di di lavori, dalla squadra del Made in ITALY che da mesi lavora per proporre idee e proposte legislative da proporre al governo per dare piu’ incisivita’ alla nostra proiezione internazionale ”.

Catia Polidori ha presentato, infatti, i risultati dei lavori della squadra che hanno portato alla definizione di cinque proposte.

La prima e’, appunto, la costituzione di una agenzia internazionale con attivita’ di ”intelligence commerciale”.

Poi l’armonizzazione delle attivita’ di Stato e regioni con un’unica ”sede di regia” che potrebbe essere la governance dell’agenzia; misure per la competitivita’ come sostegni alla crescita dimensionale e alla internazionalizzazione delle imprese attraverso sgravi fiscali e finanziamenti; promozione del made in Italy con un portale unico e con lo sviluppo del commercio elettronico e infine azioni multilaterali come l’etichettatura obbligatoria, accordi bilaterali e lobbying a livello Ue.

Intanto oggi il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, alla fine non si è visto al Palazzo dei Congressi dell’Eur. Più probabile che si sia trattato di un’assenza polemica sull’evoluzione del progetto della nuova Agenzia, che secondo quanto ha spiegato ieri il premier, Silvio Berlusconi, dovrebbe nascere sotto l’egida dello Sviluppo economico e degli Esteri, mentre Romani rivendica una competenza esclusiva.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *