L’ultima Domenica d’estate?

//   15 settembre 2012   // 0 Commenti

torino-inter

Come già detto ieri, la 3° giornata di Serie A non presenta partite di rilevanza eccezionale…l’unica degna di nota pare essere il posticipo di stasera: Torino-Inter.

Ieri una noiosa e piovosa Palermo-Cagliari si è conclusa con il risultato di 1-1; il Milan ha invece perso per la seconda volta in casa: vittoria 0-1 per l’Atalanta.

Sicuri dunque di voler andare allo stadio proprio in questa che potrebbe essere l’ultima domenica dell’estate 2012? Il meteo non promette niente di buono: pioggia su mezz’ Italia…se a tutto ciò aggiungiamo la pausa, le partite delle Nazionali, i viaggi in aereo, gli sbalzi di fuso orario, i turn over in vista della Champions ormai alle porte…e pure la sabbia del San Paolo: non sarà una domenica che passerà alla storia del calcio, potete starne certi!

Vediamo dunque il poco invitante palinsesto domenicale:

CHIEVO-LAZIO:
All’ora di pranzo della domenica si affronteranno, a Verona, Chievo e Lazio. La particolarità di queste 2 squadre è che quando si incrociano raramente vince la squadra che gioca in casa: se la Lazio non batte il Chievo all’Olimpico dal 2003, i clivensi non vincono in casa contro la Lazio addirittura da più di 10 anni quando,  nel 2002, vinsero a Verona per 3-1 (oggi quotato a 23). La Lazio, che davanti al suo pubblico non riesce quasi mai a battere i gialloblu, ha vinto tutte e 5 le sue ultime trasferte veronesi: l’anno scorso si impose addirittura per 0-3 (oggi quotato a 23). Nelle prime due gare stagionali il Chievo ha vinto una partita per 2-0 (contro il Bologna) e ha perso l’altra con lo stesso risultato (contro il Parma); la Lazio, invece, ha vinto entrambe le gare senza mai subire neanche una rete; inoltre, considerando anche amichevoli e preliminari di Europa League, la squadra capitolina è reduce da ben 5 vittorie consecutive…ecco perché la quota del segno ”2”  (2.40) mi sembra in questo caso ottima: 0-1 (quota 7) o 0-2 (quota 11)?
FIORENTINA-CATANIA:
Nelle ultime 7 trasferte fiorentine, il Catania non ha mai vinto: 6 vittorie per la Fiorentina ed un solo pareggio, ottenuto l’anno scorso per 2-2 (oggi a quota 13); così il Franchi rimane un tabù per gli etnei.. Nei 2 anni ancora precedenti, i viola si sono imposti con risultati abbastanza netti come il 3-1 (oggi a quota 14) ed il 3-0 (oggi a quota 15). Per questo motivo la Fiorentina (segno 1: quota 1.80)  è considerata dagli allibratori come favorita nel match contro gli etnei (segno 2: quota 4.50). La Fiorentina è in forma e dopo aver vinto in rimonta contro l’Udinese, ha perso per 2-1 a Napoli, pur giocando bene sulla sabbia del San Paolo; il Catania ha già messo a segno 5 goal, subendone però ben 4…un’altra gara in cui andranno in rete entrambe le squadre? L’ 1-1 paga 6 volte, il 2-1 è quotato a 8…ma non è che il Catania avrà imparato così bene dall’ex-Montella?
GENOA-JUVENTUS:
L’anno scorso gli attuali campioni d’Italia non riuscirono ad andare oltre il pareggio contro il Genoa, sia in casa  (2-2) sia in Liguria (0-0, che oggi è quotato a 9). Se la Juve non vince a Genova dal 2010 (con uno 0-2 oggi quotato a 8), lo stesso Genoa non batte i bianconeri al Ferraris dal 2009: quella volta finì 3-2, risultato che oggi pagherebbe ben 41 volte! Nelle ultime 6 complessive sfide tra genoani e juventini, si contano 3 pareggi e 3 vittorie della “vecchia signora”. La Juventus ha sinora ottenuto il massimo dei punti (6), mentre il Genoa è sempre riuscito a segnare 2 goal, ottenendo una vittoria (2-0 al Cagliari) ed una sconfitta (3-2 a Catania). Inutile dire che la Juventus sia favorita per la vittoria (quota 1.60), interessante invece il pronostico dei bookmakers: la partita regalerà tanti goal1-2 (quota 8.00) o 1-3 (quota 12) ? Turn over possibile in casa Juventus in vista dell’impegno di mercoledì 19 in Champions, in casa dei Campioni in carica (il Chelsea). Borriello potrebbe partire titolare, contro la sua ex-squadra…
NAPOLI-PARMA:
Con le pinne il fucile e gli occhiali…Napoli e Parma scenderanno nella spiaggia del San Paolo. Prevedo…tanta sabbia! Scherzi a parte, l’anno scorso entrambe le gare si conclusero con il segno “2”: il Napoli vinse 1-2 a Parma ed i ducali vinsero per 1-2 8oggi a quota 19!) sotto il Vesuvio. Negli ultimi 5 precedenti giocati al San Paolo contro il Parma, il Napoli ha vinto 3 volte e perso 2: l’ultimo pareggio risale al 2-2 (oggi a quota 16) del 2000. Il Napoli ha già raggiunto quota 6 in classifica grazie a 2 vittorie su Palermo (3-0) e Fiorentina (2-1); il Parma ha perso 2-0 contro la Juventus ed ha vinto con lo stesso risultato contro il Chievo. Per me vincono i partenopei…senza neanche subire goal: 2-0 (quota 7) o un più rotondo 3-0 (rotondo anche nella quota: 10).
PESCARA-SAMPDORIA:
Dopo l’orrenda trasferta torinese, il Pescara incontra l’altra squadra con cui l’anno scorso ha condiviso la serie B: la Sampdoria. Nonostante questa fresca somiglianza, atmosfere ben diverse circondano le 2 città: a Pescara si spera non già nei punti ma quantomeno nei goal dei giovani talenti, finora rimasti a secco; a Genova i blucerchiati hanno riportato alto il morale dopo la vittoria a San Siro e quella casalinga contro il Siena: se non fosse per quel punto di penalizzazione, la Samp sarebbe prima in classifica con Juventus e compagnia bella…Nonostante gli esordi stagionali, i bookmakers vedono sostanzialmente equilibrata questa partita e non si sbilanciano nell’indicare una possibile favorita: se il segno “1” è quotato a 2.80, il “2” è di poco inferiore (quota 2.50). Nella stesura delle quote potrebbero aver giocato un ruolo decisivo i precedenti tra le due formazioni in Serie B: l’anno scorso il Pescara vinse per 1-0 (oggi a quota 9), mentre nel 2000 stese i blucerchiati addirittura per 4-0 (oggi a quota 100!). Io consiglierei una  “doppia” che preveda goal da ambo i lati: 2-1 (quota 10) o 1-2 (quota 9).
ROMA-BOLOGNA:
Dopo aver ottenuto 3 punti al Meazza (1-3 all’Inter), crolla la quota relativa alla vittoria della Roma contro il Bologna: ora a 1.35. Come è facile prevedere, visti anche i 2 precedenti stagionali, la Roma di Zeman porta ai minimi storici la quota dell’over: 1.45 è la più bassa di tutta la 3 giornata di Serie A! Il Bologna è reduce da 2 sconfitte, entrambe con 2 goal di scarto; nonostante ciò ha dimostrato fiduciosi progressi nel match contro il Milan, nel quale non avrebbe demeritato il pareggio…Tuttavia anche i numeri non sono dalla parte degli emiliani, che nelle ultime 9 gare disputate all’Olimpico (contro la Roma) non hanno mai vinto: l’ultimo trionfo risale infatti al 2004 quando il Bologna vinse 1-2 (oggi a quota 23). Nonostante questa statistica, pur eloquente, le ultime 2 volte che la Roma ha ospitato il Bologna si sono concluse in parità: l’anno scorso fu 1-1 (oggi a quota 9) mentre 2 anni fa terminò 2-2 (oggi a quota 16). Se l’under paga addirittura 2.60 non c’è da stupirsi che lo 0-0 tra Roma e Bologna sia strapagato a 14, mentre la quota dell’ “altro” scende ad un ridicolo quanto assurdo 7.50…. Non credo che il Bologna vorrà subire tutti quei goal…però sceglierei il 2-1 (quota 8 ) o il 3-1 (quota 10). Un unico dubbio: e se Gilardino fosse più fresco dell’ “azzurro” Destro? Osvaldo salterà la partita a causa squalifica.

SIENA-UDINESE:
Sarà questa, almeno secondo gli addetti ai lavori, la partita più noiosa della domenica: la quota dello 0-0 (7) è infatti la più bassa dell’intera Serie A…Se il Siena ha ottenuto un misero punto con il pareggio interno dell’esordio (0-0 contro il Torino), l’Udinese è ancora ferma a 0 punti, avendo incassato 2 sconfitte in altrettante partite di campionato. Il Siena, però, partiva da una maxi-penalizzazione di 6 punti, che lo vedono ancora ultimo a -5. L’Udinese non vince a Siena dal 2005: il 2-3 di quella volta (che l’Udinese aveva già replicato nello stesso anno solare, sempre a danno dei senesi) pagherebbe oggi ben 41 volte! La squadra toscana ha vinto entrambe le ultime 2 volte che ha ospitato i friulani: l’anno scorso finì 1-0 (oggi a quota 7) mentre nel 2009 terminò con il risultato di 2-1 (oggi a quota 10). Sinceramente credo che l’Udinese debba mettere tutto in campo per tentare di capovolgere un disastroso inizio di stagione, che già la vede fuori dalla Champions League: per domenica consiglio lo 0-2 (ottima la quota 13!) o uno 0-0 tutto in bianco e nero…

TORINO-INTER:
Infine eccoci arrivati al posticipo domenicale che chiuderà la 3° giornata della serie A italiana: alle 20:45 il Torino di Ventura ospiterà l’Inter appena strapazzata da Zeman. I bookmakers abbozzano un pronostico, ma senza concedere troppo vantaggio ai nerazzurri, quotati con un coraggioso 2.15! L’ipotesi di una vittoria casalinga è in lavagna solo a 3.40…come se le agenzie di scommesse si aspettassero davvero una sorpresa da parte del Toro… Io, invece, avrei abbassato notevolmente la quota del “2”, dando quasi per spacciato un Torino che, nelle ultime 8 volte che ha ospitato l’Inter, ha sempre perso! L’ultimo precedente tra le 2 compagini del Nord-Italia, risale al 2009 quando al Meazza finì 1-1 (oggi a quota 6). Negli ultimi 12 testa a testa, si contano ben 9 vittorie meneghine, 3 pareggi e nessun trionfo granata: ecco perché considero quasi spacciato il Torino di Bianchi, Ogbonna ecc. ecc. Secondo me potrebbe finire 1-2 ( quota 9), ma la quota 19 di un eventuale 0-3 è troppo appetitosa per non essere considerata…

Buona pioggia a tutti…


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *