Luca Zaia: “Giù le mani dai soldi dei veneti”

//   27 febbraio 2012   // 0 Commenti

luca zaia3La Regione Veneto si oppone all’applicazione dell’articolo 35 del decreto legge dello scorso 24 gennaio che prevede l’estensione del regime di tesoreria unica a tutti gli enti territoriali e l’obbligo di versare entro dopodomani, mercoledì 29 febbraio, il 50 per cento delle disponibilità liquide delle proprie tesorerie a quella unica statale. Ci muoviamo su tutti i fronti possibili per impedire un’appropriazione indebita dello Stato a danno delle Regioni e degli Enti locali. La Giunta regionale del Veneto ha avviato, di conseguenza, tre iniziative in contemporanea: mi ha autorizzato a impugnare le disposizioni dell’articolo 35 avanti la Corte Costituzionale con istanza di sospensione; ha depositato oggi ricorso avanti il Tribunale di Venezia affinché lo stesso emetta un provvedimento d’urgenza per ordinare a Unicredit Banca di non trasferire le risorse regionali in giacenza fino alla pronuncia della Corte Costituzionale; ha intimato, sempre in data odierna, all’Istituto Unicredit Banca s.p.a. ad astenersi dal dare esecuzione alle disposizioni dell’articolo 35 e in particolare a non trasferire alcuna risorsa alla tesoreria unica nazionale senza autorizzazione della stessa Regione del Veneto. Avevamo preannunciato la nostra decisa reazione a questa inaccettabile manovra con la quale si fanno pesare ancora una volta sui soggetti istituzionali più deboli le conseguenze della crisi economica e come si vede non stiamo lasciando nulla di intentato per arrestare questo rigurgito centralista che avvilisce e persino umilia gli Enti, le amministrazioni e le comunità regionali e locali


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *