Lo stage in azienda? Dagli studenti ai docenti

//   12 settembre 2011   // 0 Commenti

tessuti-colorati

confindustria 300x99Ora lo stage aziendale non è più relegato al solo universo studentesco, ma apre i battenti anche ai professori degli istituti superiori a indirizzo tessile-moda di Padova e provincia. E’ la nuova idea che nasce dalla creatività del Sistema Moda e Tessili di Confindustria Padova per coinvolgere il mondo della scuola nell’ambito lavorativo vero e proprio: la produzione industriale. Abbandonati penna, cattedra e registri, i cinque docenti degli istituti superiori protagonisti di questa iniziativa nata per promuovere lo scambio tra il mondo dell’impresa e quello della scuola e per toccare con mano i fabbisogni di nuove competenze e professionalità da trasferire agli studenti, sono alla loro ultima settimana di stage nelle aziende ospitanti. L’esperienza che si concluderà questo venerdì (16 settembre), e che vede impegnati i cinque volenterosi prof otto ore al giorno da ormai una settimana (lo stage è iniziato il 5 settembre) conferma il successo del progetto “La rete per il tessile”, avviato nel 2008 per costruire un ponte tra mondo dell’impresa e della scuola . Affiancati da un tutor aziendale e da un tecnico Antia (Associazione Nazionale Tecnica Professionisti Sistema Moda), i docenti hanno condotto questo periodo di formazione approfondendo in termini tecnici e pratici le pregresse conoscenze di modelleria, taglio, ufficio stile, disegno Cad e innovazione dei materiali.

Vogliamo strutturare percorsi concreti di confronto scuola-impresa per favorire una maggiore comprensione dei bisogni delle aziende moderne - spiega Flavio Berto, presidente Sistema Moda e Tessili di Confindustria Padova -. Modellisti, stilisti, periti confezionisti, addetti all’industrializzazione del prodotto sono le figure più richieste dalle imprese della moda e spesso introvabili. Iniziative come questa rendono la formazione più professionalizzante e permettono di sviluppare nuove modalità didattiche anche per rendere più attraenti per i ragazzi e le famiglie le specializzazioni manifatturiere.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *