Timeline, ecco il modo per scoprire chi ci ha cancellato da Facebook

//   26 settembre 2011   // 0 Commenti

il 'timeline'

Con questo nuovo layout, ancora non attivo su tutti i profili, si potrà accedere in un attimo a tutte le nostre ‘storie’ passate, passando facilmente di anno in anno.

Sfruttando proprio Timeline però, è possibile, in modo indiretto, scoprire chi ci ha cancellato dalla lista dei suoi amici. E il trucco è facilissimo. Basta cliccare su un anno passato, per esempio il 2010, scorrere giù fino al riquadro degli amici. Questa lista infatti ci farà vedere chi era nostro amico l’anno scorso. E se accanto a qualche nome appare il bottone ‘aggiungi agli amici’ (Add friend) le cose possono essere solo due: o lo abbiamo cancellato noi o lui ha eliminato il nostro nome da Facebook.

Intanto, pero’, sono circa 100 le pagine in italiano che chiedono una stabilità al social network.  A guidare le proteste sono gli stessi utenti della piattaforma che si dicono stufi di dover cambiare in continuazione modo di approcciarsi con la propria bacheca. Aumentano i gruppi di protesta, specie in lingua inglese, che chiedono al ‘papà’ di Facebook di smetterla con i cambiamenti perché “non se ne può più di doversi adeguare alle trovate che vengono dall’America” scrive un utente che si dice ‘arrabbiato nero per le modifiche inutili’.

Sono più o meno un centinaio i gruppi italiani ‘anti-modifiche’ che si sommano agli oltre 200 in lingua inglese. Molta ironia e qualche parola grossa sulle bacheche di queste pagine che sin dai titoli lasciano trasparire un leggero ‘mal di navigazione’. “Facebbok hai rotto i c… con modifiche ogni 2 minuti”, “Fb hai rotto le p… con ‘ste modifiche’, “Quelli che pensano che le modifiche a facebook, siano state delle minch..”, e via cosi’.

In ‘We Hate Facebook Changes‘ il coordinatore del gruppo ha addirittura creato una diffida a mezzo web per ammonire chi gestisce il social network a continuare in un “esperimento senza alcun senso”. In alcuni blog è stato anche indetto un concorso a premi: chi indovinerà la nuova trovata di Zuckerberg potrà avere un dono a sorpresa che sarà comunque in tema con la futura miglioria. Le adesioni hanno già raggiunto quota 1500 anche perché per partecipare al concorso basta solo registrarsi.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *