Liga Spagnola/ Barça travolgente, tonfo del Real Madrid

//   19 settembre 2011   // 0 Commenti

real madrid levante

Al termine della quarta giornata, la terza giocata effettivamente per via dello sciopero dei calciatori, a comandare la Liga spagnola trovi chi non t’aspetti. Valencia e Real Betis di Siviglia fanno per una volta la voce grossa e grazie ad un ruolino di marcia finora intatto a punteggio pieno, si lasciano alle spalle avversari del calibro di Barcellona e Real Madrid. Le due attuali capoliste vincono di misura rispettivamente sui campi di Sporting Gjon e Athletico Bilbao, ma se per il Valencia l’ottimo avvio può considerarsi una conferma dopo il terzo posto ottenuto la scorsa stagione, lo stesso non si può dire del neopromosso Betis che si sta conquistando il titolo di squadra rivelazione dell’anno. Il Barcellona, per una volta costretto a rincorrere, si rinfranca dopo il doppio pareggio per 2-2 dell’ultima settimana, maramaldeggiando al Camp Nou sul malcapitato Osasuna: sono otto le reti messe a segno dai catalani in una gara in cui non c’è stata storia. Troppo superiore il Barça, trascinato dal solito Messi che sigla una tripletta e balza in testa alla classifica marcatori insieme a Soldado (5 reti in tre partite). Cristiano Ronaldo invece rimane a digiuno e con lui tutto il Real Madrid che perde rovinosamente contro il Levante. Al campo Ciudad di Valencia, le merengues non pungono e rimasti in dieci con l’espulsione di Khedira subiscono la rete del definitivo 1-0 di Konè a metà ripresa. Il Siviglia appaiato a quota 7 punti insieme ai catalani, vince a fatica con il Real Sociedad, mentre l’Atletico Madrid ha vita facile con il Racing Santander, in un match giocato da protagonista da Falcao. Mister 40 milioni è autore della tripletta che inchioda il risultato sul 4-0 e permette al suo team di conseguire i primi tre punti in campionati. Resta ancora alla ricerca della prima vittoria in Liga il Villareal. Sul terreno del neopromosso Granada, il “sottomarino giallo” imbarca il gol di Uche e non ha la forza di riemegere neanche quando l’arbitro gli regala un rigore inesistente, sciupato da Pepito Rossi. Da segnalare, infine, anche i colpi corsari di Rayo Vallecano e Malaga e la vittoria interna del Real Zaragoza che batte l’Espanyol e lo scavalca in classifica.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *