Libia, ore contate per Gheddafi. I ribelli entrano a Tripoli

//   22 agosto 2011   // 0 Commenti

guerra libia news: ribelli a tripoli

TripoliLibia, stretta finale. Nella notte i ribelli sono entrati a Tripoli dopo aver preso la base aerea di Mitiga, nel sobborgo di Tajoura, dove si combatteva duramente da giorni. Sono entrati in città anche da ovest e da sud, dai monti Nafusa e via mare, arrivando da Misurata. In un primo momento sembrava che i pretoriani del Colonnello, la famigerata Guardia repubblicana, si fossero arresi, deponendo le armi, ma in realtà nella capitale si sta combattendo ancora. I tank di Gheddafi stanno bombardando Tripoli e difendendo il bunker del raìs, e il bollettino odierno parla di 1300 morti e 5000 feriti solo nelle ultime 11 ore.
Ma per la caduta del dittatore è ormai questione di ore. Due dei suoi tre figli sono stati arrestati  - Mohammad e sopratutto Saif al Islam, imprenditore televisivo ed ex voce moderata del regime incriminato come il padre dalla Corte penale internazionale (Cpi) dell’Aja, di crimini contro l’umanità -mentre non ci sono per ora conferme sulla cattura di Saadi. I ribelli controllano già il 20% della capitale e nella notte sono stati accolti nella piazza della Rivoluzione verde da folle festanti. Il portavoce del regime Mussa Ibrahim si è dichiarato pronto a negoziare con il Cnt, e i leader di tutto il mondo chiedono a Gheddafi di arrendersi e consegnarsi per scongiurare l’ultimo bagno di sangue. L’era del raìs volge al tramonto.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *