Il commiato di Eto’o: “Grazie Inter, con te 2 anni fantastici”

//   25 agosto 2011   // 0 Commenti

etoo inter 300x227Bomber e gentiluomo. Così com’è arrivato, se ne va: con eleganza e classe. Samuel Eto’o, l’uomo del triplete, il giocatore che ha scritto e cambiato la storia nerazzurra, saluta l’Inter. Lo fa con una lettera di ringraziamenti al club, a Massimo Moratti, ai compagni e naturalmente ai tifosi. Nonostante le sirene del dio denaro siano state più forti di tutto e di tutti – il camerunese è diventato ieri il giocatore più pagato della storia del calcio con i 20 milioni di ingaggio l’anno che percepirà all’AnzhiEto’o dimostra serietà e umanità. Non ipocrisia, il semplice e umile ringraziamento di chi ha ricevuto e (soprattutto) dato tanto in una splendida avventura sportiva, a prescindere di come sia finita.

Ecco il testo della lettera pubblicato dal sito web dell’Inter e sul sito ufficiale del giocatore: “Mi sembrano giusti e doverosi alcuni ringraziamenti a persone che mi hanno dato molto in questi due anni fantastici che ho trascorso nell’Inter. Vorrei, innanzitutto, rivolgere un sentito ringraziamento ed il mio saluto più cordiale al Presidente Massimo Moratti, ed alla sua famiglia per tutto quanto ha fatto e per la disponibilità dimostrata nei miei confronti e dei miei cari. Rimarrò sempre legato a. Moratti per la stima e l’affetto che mi ha dimostrato in questi splendidi anni. Per poi passare a tutti i compagni di squadra, consapevole che – senza il loro incoraggiamento ed aiuto in campo – l’Inter non sarebbe riuscita ad ottenere numerose ed importanti vittorie sia a livello nazionale che internazionale. Un particolarissimo saluto – anche – a tutti i calciatori italiani e stranieri che mi hanno permesso di essere migliore di partita in partita. Un sentito ringraziamento anche agli allenatori dell’Inter di questi anni e, soprattutto, a Mister Josè Mourinho che mi ha voluto fortemente, per l’opportunità che mi ha dato portandomi a Milano. Un caro saluto anche a Marco Branca, Direttore dell’Area Tecnica, al Direttore Sportivo, Piero Ausilio, al Team Manager, Andrea Butti, e a tutto il personale di F.C. Internazionale e del centro sportivo Angelo Moratti di Appiano Gentile: medici e fisioterapisti, accompagnatori, cuochi e camerieri, magazzinieri e giardinieri e a tutti le persone di Inter Channel. Non dimenticherò mai l’affetto dei tifosi interisti (Mauro il più grande di tutti) che mi hanno fatto sentire uno di loro e che mi hanno sempre sostenuto ed aiutato. Così come a tutti i giornalisti che ho avuto il piacere di conoscere. Sento, altresì, il dovere di ringraziare la mia ‘mama italianà – Ciacia Guzzetti – per il suo aiuto ed il mio Super Manager – Claudio Vigorelli – per l’impegno e la professionalità che ha dimostrato. Grazie ad un interista doc mi sono sentito ‘italianò: Marco Materazzi. Grazie fratellone mio. Sperando di non aver dimenticato nessuno, ancora grazie a Voi tutti”.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *