Lettera aperta del presidente del PDA Fabrizio Frosio

//   28 dicembre 2011   // 0 Commenti

partito delle aziende

fabrizio frosio 300x200Quest’anno sotto l’albero di Natale invece di una bella fotografia, di monti innevati e tanti regali, ci siamo ritrovati tre parole, che a questo punto ogni italiano porterà nel cuore. Peccato che ancora una volta sia stata dimenticata la gente comune, ormai povera di speranza, ma che soprattutto non aveva bisogno di questo rigore che peraltro, già da tempo si era imposta, in conseguenza di una crisi, che ha ridotto le famiglie ad un bilancio controllato e parsimonioso. Lo stesso rigore era doveroso, necessario e anche permettetemi giusto, da parte di chi ci ha portato fino a questo, spendendo il doppio di ciò che si poteva fare .
Ritengo che dover dare per forza un colpo di scure solo a chi già in difficoltà, sia stata una pazzia. Si doveva pensare all’ individuo, al suo diritto al lavoro ed alla salvaguardia della sua dignità piuttosto che tutelare Enti ed Istituzioni che spengono la possibilità di degna sopravvivenza dello stesso .
Non è nuovo il fatto che questa crisi sia stata causata prima dalle banche americane e poi da quelle europee, che non hanno saputo reggere il colpo e contrastare perdite e titoli tossici, riversandoli sui mercati e nei conti dei risparmiatori.
Mi ha veramente infastidito e scioccato la notizia che la stessa BCE metta a disposizione delle banche a costo vicino allo zero, più’ di 400 miliardi di euro, che verranno poi venduti ai comuni mortali ed alle piccole aziende ancora “vive”, a tassi usurai .
Tutti coloro che hanno o avevano passione per il loro lavoro, ora avranno passione per la ricerca di un lavoro, poiché si può aumentare la tassa di qualunque tipo sia, solo a chi ha un reddito, ma ricordate bene che le categorie e i lavori in via d’estinzione non sono più’ quelli che l’italiano non voleva fare, ma purtroppo stanno morendo quelli che ogni italiano ha sempre fatto con passione, dedizione e grandi risultati.
Non vi ho parlato di equità e crescita che non ci sono, ma solo di tasse, ingiustizia e lasciatemi dire anche mediocrità. Posso dire che in questo grande uomo della Bocconi, già Commissario Europeo, grande Banchiere internazionale e stimato nuovo Senatore a vita per l’occasione ,(cosi da li non lo toglieremo mai più’) , ho trovato solo incapacità e poca obbiettività a cui anche un giovane italiano, di scuola media inferiore, poteva dar lezioni di umanità ed equità.
Basta rubare ai poveri per dare ai ricchi! Basta con le banche senza scrupoli e piene di scheletri e soprattutto basta con la strategia del grande colto, che alla fine si rivela un “pover uomo”, ricco solo di potere e falsi amici da salvaguardare.
Italiani ribelliamoci a queste continue rapine fatte “senza cappucci” dalle Istituzioni bancarie, assicurative e dalle società preposte al recupero coatto e disumano, che ha portato ad innumerevoli omicidi! Riportiamo un po’ di buon senso in questa Italia non politica, ma tecno-demenziale.
Buon Natale a tutti e speriamo in un governo migliore in tempi rapidissimi.

IL PRESIDENTE P.D.A.
Fabrizio Frosio


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *