Le 3 migliori lauree triennali per trovare lavoro

//   4 dicembre 2017   // 0 Commenti

3-migliori-lauree-per-trovare-lavoro

La scelta dell’Università è un momento importante per la formazione personale e per acquisire le competenze necessarie all’inserimento nel mondo lavorativo. Favorire un indirizzo piuttosto che un altro deve dipendere principalmente dalle attitudini di ognuno e dalle capacità che si desidera potenziare. Vi sono tuttavia delle facoltà che permettono un inserimento nel lavoro più rapido in base alle skills richieste dal mercato e quindi è doveroso valutare anche questo aspetto per poter acquisire fin da subito consapevolezza in merito alla spendibilità del proprio titolo.

In un periodo storico caratterizzato da profonda crisi economica e nuove forme lavorative infatti essere informati su quanto accade nel mondo del lavoro e sulle possibilità che ciascun settore offre è diventato fondamentale per i propri progetti di vita. Prendendo spunto dall’articolo sul blog di Unicusano.it, vi proponiamo i 3 corsi di laurea triennale più prestigiosi in Italia al fine di potervi guidare al meglio nella scelta del vostro percorso accademico.

Ingegneria

Facoltà da sempre ai primi posti per occupazione, conferma il trend anche nel 2017. Laurearsi in ingegneria garantisce ad un anno dalla laurea il 65% di inserimento nel lavoro, raggiungendo a 5 anni dal conseguimento del titolo il 95% di tasso occupazionale. La difficoltà tecnica dell’indirizzo e l’estremo rigore di corsi e piani di studio vengono compensati anche da una busta paga abbastanza alta, di circa 1700 € a cinque anni dalla laurea. La laurea in ingegneria è ancora più favorita all’estero con uno stipendio almeno il doppio rispetto a quello italiano. Tra gli indirizzi più richiesti vi sono quelli di Ingegneria civile e ingegneria meccanica, fondamentali per il settore degli investimenti strutturali ed industriali.

Economia

La facoltà ha conosciuto negli ultimi anni un’impennata di iscrizioni, costringendo alcuni indirizzi all’introduzione del numero chiuso. Il crescente interesse per il settore è dovuto all’introduzione di corsi di laurea specifici per il management e la gestione aziendale, ruoli chiave nelle aziende moderne e sempre più richiesti nelle analisi di mercato e valutazione degli investimenti. Proprio per questo motivo, la facoltà di Economia ha un inserimento lavorativo al 90% dopo 5 anni dalla laurea con uno stipendio medio di 1500 €. Lo stipendio varia poi a seconda della carriera, che in quest’ambito può portare davvero a posizioni di responsabilità molto importanti compensati da un ritorno economico molto soddisfacente.

Scienze

Le facoltà scientifiche (chimica, fisica e matematica), nonostante la crisi della ricerca in Italia e i sempre minori investimenti, recuperano terreno rispetto ad altri blasonati corsi e fanno registrare un tasso di occupazione mediamente dell’88% (90% chimica) dopo 5 anni dalla laurea con uno stipendio di 1471 € al mese. Le aziende si stanno evolvendo nel campo della ricerca, delle analisi dei dati e degli investimenti in tecnologia. Per questo motivo, le specializzazioni scientifiche stanno diventando molto richieste e tenderanno ad aumentare sempre più nei prossimi anni.

Le facoltà indicate sono le più prestigiose secondo la classifica AlmaLaurea, l’istituto di statistica che monitora ogni anno l’andamento delle Università italiane, evidenziando in particolare i risultati di inserimento nel mondo del lavoro. È un’indagine che va sicuramente considerata nel momento dell’iscrizione all’Università, insieme ad un percorso di orientamento che molte università sia tradizionali sia telematiche offrono allo studente. In questo modo si potrà trovare il giusto compromesso tra le proprie passioni e le richieste di mercato, calibrando un percorso di studio che possa condurre al mondo del lavoro con maggiore serenità e consapevoli delle proprie scelte.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *