LAV, petizione per abbassare l’IVA sul ‘latte’ vegetale: assecondiamo le esigenze del mercato

//   11 marzo 2017   // 0 Commenti

resize

Con l’inizio del 2017, come ogni anno, sono iniziati i pronostici su quali saranno le tendenze alimentari più originali e innovative. Questa volta l’attenzione si è concentrata sui prodotti vegetali. Secondo una ricerca proposta da Mintel, frutta, verdura ed integratori di loro derivazione saranno protagonisti assoluti del nuovo anno.
La LAV (Lega Antivivisezione) in merito ha dichiarato: “Alla luce del mutato panorama delle preferenze alimentari degli Italiani, il contrasto tra l’IVA agevolata al 4% applicata al latte vaccino e di altri animali e l’IVA al 22% (la stessa che si impone ai beni di lusso) imposta sui ‘latti’ vegetali, quali le bevande a base di soia, mandorle, avena, riso, farro e simili risulta un’evidente incoerenza”.
Recenti indagini, tra cui il Rapporto Eurispes, hanno riscontrato il triplicarsi del numero dei vegani in Italia, (il 3% della popolazione nazionale). Un dato che sottolinea l’aumento della consapevolezza verso lo sfruttamento animale a tutti i livelli di produzione dei cibi, conoscenza favorita dall’informazione sulla realtà degli allevamenti e su ciò che si cela dietro alla produzione, anche del latte.
Pertanto, l’imposizione dell’IVA favorisce i ‘produttori’ di latte vaccino e animale, discriminando invece gli agricoltori orientati alla coltivazione di cereali e di legumi adatti ad essere trasformati in ‘latti’ vegetali. Ormai il consumo di ‘latte’ vegetale non è da considerarsi un lusso bensì una scelta etica e solidale con tutti gli esseri viventi.
Per tali ragioni LAV ha aderito alla petizione lanciata da Il Salvagente e rivolta al Presidente Gentiloni per chiedere di abbassare al 4% l’IVA sul ‘latte’ vegetale. Sul sito dell’associazione è possibile trovare il link per contribuire alla causa con la propria firma.

resize2 300x201


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *