L’Apillola del giorno dopo: numero 17

//   17 dicembre 2012   // 1 Commento

Bologna

Fine settimana senza gloria, almeno per le squadre in trasferta nel 17° turno di Serie A. Tante, quasi tutte le partite, finiranno con le pronosticate vittorie casalinghe delle “strafavorite”. Nella sagra dei 4-1 e con ben 31 reti complessivamente segnate nel week-end…chi avrà vinto la copertina odierna con il risultato meno pronosticabile di giornata?

GENOA-TORINO 1-1 (quota 5.75): “Punto utile, pareggio inutile

Il Torino sembrava più in forma e la soluzione di puntare sull’ x2 si è rivelata azzeccata, contro un Genoa che non vince in casa da 16 giornate di campionato! La squadra ospite, infatti, si è subito portata in vantaggio grazie al goal del capitano granata, Rolando Bianchi, al 19° del primo tempo. Al Marassi tutti erano inorriditi più che sorpresi, visto il 2-4 subito dal Chievo in casa soltanto pochi giorni prima. Il pareggio di Granqvist, giunto al 29°, ha tuttavia riacceso le speranze, per un Grifone irriconoscibile. Nel secondo tempo l’unica squadra davvero pericolosa è stata quella granata, che avrebbe meritato anche qualcosa di più di un pareggio inutile e di un punto utile, specie per l’1-1 da noi pronosticato!

UDINESE-PALERMO 1-1 (quota 6.00): “Tabù trasferta anche Di Natale

Un Palermo mai visto si presenta al Friuli: irriconoscibile quanto disperato riesce a portarsi in vantaggio già al 33° grazie al goal di Ilicic ed alla complicità del portiere Brkic. Per quanto i padroni di casa si spingano all’attacco, la difesa rosanero sembra insuperabile sabato pomeriggio e quando al 61° l’Udinese rimane in dieci (espulsione di Heurtaux) tutto sembra pronto per prima vittoria in trasferta del Palermo. L’ultima risale addirittura al 1° Aprile e, come per uno scherzo, l’Udinese raggiunge il meritato pareggio ad un minuto dal 90°, sempre e solo con il solito Di Natale: Ujkani lo aiuta anticipando il regalo…di Natale!

JUVENTUS-ATALANTA 3-0 (quota 6.75): “Campione d’inverno…e non solo

La Juve asfalta, come previsto e prevedibile, la povera Atalanta in gita a Torino. Partita a senso unico allo Juventus Stadium, dove Vucinic segna già al 2° minuto di gioco. L’Atalanta reagisce alla grande e sfiora persino il pareggio, ma pochi minuti dopo Pirlo sigilla il match con una spettacolare punizione da quasi 30 metri. Non contenti i campioni d’Italia segnano anche il definitivo 3-0, da noi ben pronosticato, con Marchisio. Manfredini, difensore dell’Atalanta, si fa ingenuamente espellere sul finire del primo tempo, ma il risultato non cambia: la Juventus è campione d’inverno con un turno di anticipo…e campione d’Italia già quasi sicuramente!

LAZIO-INTER 1-0 (quota 9.25): “Klose chiude e l’aquila vola

Non troppo spettacolare la partita dell’Olimpico, che infatti termina a reti inviolate dopo i primi 45 minuti. Dopo aver praticamente sprecato il primo tempo, l’Inter pare finalmente desta nella ripresa e solo le parate di Marchetti e due pali impediscono a Guarin prima e Cassano poi il vantaggio nerazzurro. Stramaccioni decide di giocarsi il tutto per tutto e getta nella mischia anche Palacio passando così al tridente. La sua squadra è però troppo sbilanciata e Klose, dopo aver fallito un occasione clamorosa, chiude il match all’ 82° con uno splendido diagonale che fa volare l’aquila laziale a 33 punti in classifica, in piena lotta per il piazzamento in Champions League…proprio come l’Inter, alla sua quarta sconfitta esterna consecutiva.

CATANIA-SAMPDORIA 3-1 (quota 15.00): “Il Catania si affeziona al 3-1

Il Catania gioca come al solito e domina il match, ma al 29° passa in svantaggio grazie al rigore trasformato da Maresca. Nella ripresa, proprio come a Siena, gli etnei rimontano alla grande grazie ai goal di Paglialunga, Bergessio e Castro. Ottima quota (15.00) per il quarto 3-1 consecutivo del Catania in Serie a, da noi ottimamente pronosticato! La squadra etnea ha dimostrato ancora una volta cuore e carattere, vincendo in rimonta senza due dei suoi migliori talenti: Almiron e Gomez. Sampdoria assolutamente inguardabile: senza rigore non avrebbe nemmeno potuto illudere i suoi tifosi.

CHIEVO-ROMA 1-0 (quota 15.00): “La prima in bianco per i giallorossi

Incredibile ma vero: per la prima volta dopo 16 giornate di campionato, la Roma non segna neanche un goal. Sarà il campo ghiacciato, sarà la nebbia, ma il merito va senza dubbio al Chievo, incredibilmente reduce da 3 vittorie consecutive. La partita segue il copione già scritto, con la Roma che attacca ed il Chievo che prova a colpire in contropiede. Quello che non è riuscito per 87 minuti, riesce proprio allo scadere: la Roma si lamenta per un presunto fallo di rigore e nel capovolgimento di fronte Pellissier, appena subentrato, sigla il definitivo, impronosticabile 1-0. Dopo 5 vittorie consecutive e 16 partite in cui era sempre andata in rete, la Roma torna sul pianeta Terra.

MILAN-PESCARA 4-1 (quota 15.00): “Brividi, spettacolo e tutti Allegri

Avevamo previsto una partita povera di goal, ed infatti il primo tempo si è concluso sull’ 1-0, seppur il goal di Nocerino fosse arrivato dopo soli 35 secondi di gioco. La ripresa è molto più vivace ed inizia con la splendida girata di testa di Abbruscato…che però sbaglia porta (2-0)! Tutto sembra ormai scontato, ma il Pescara si riporta in partita grazie ad una punizione pennellata sulla testa di Terlizzi. Il San Siro comincia persino a fischiare ed il modesto Pescara prende coraggio e iniziativa, fino all’ennesimo, sfortunatissimo autogoal di Jonathas. Due minuti dopo, all’81°, il Milan segna il definitivo 4-1 con El Shaarawy, ormai giunto al suo 14° goal in Serie A.

FIORENTINA-SIENA 4-1 (quota 23.00) “Derby senza storia

E’ un derby senza storia, quello giocato durante il pranzo domenicale a Firenze. Come previsto i viola vincono meritatamente e si portano subito in vantaggio con l’eterno Toni. Passano pochi minuti e Felipe, difensore del Siena ma di proprietà della Fiorentina, provoca il rigore successivamente realizzato dal commosso Pizarro che solo pochi giorni fa ha perso la sorella 34enne. Sullo scadere del primo tempo il Siena subisce il terzo goal, questa volta firmato da Aquilani. Nel secondo tempo uno spento Jovetic fa spazio ad El Hamdaoui ma la partita sembra improvvisamente spegnersi. Così, quasi all’improvviso, i bianconeri accorciano le distanze con il goal dell’ex Reginaldo. A dieci minuti dal termine Toni segna la doppietta che brucia il nostro pronostico (3-1) e sul finale c’è persino tempo per la meta di Aquilani, che spara al cielo il secondo rigore di giornata. Primo 4-1 della domenica ed ennesima sconfitta per il Siena sempre più ultimo in classifica.

PARMA-CAGLIARI 4-1 (quota 36.00) “La sagra del 4-1″

Dopo quello nel derby toscano e quello del San Siro, a Parma arriva il terzo 4-1 della domenica, con i padroni di casa protagonisti di una pronosticata vittoria, ma anche di un’imprevedibile rimonta. Il Parma, infatti, si ritrova misteriosamente sotto di un goal al 20° (rete di Sau). La reazione è istantanea e Belfodil pareggia infatti dopo soli 60 secondi! Dopo un primo tempo abbastanza difficile, il Parma scende in campo affamato nella ripresa e demolisce il Cagliari in soli 20 minuti: Biabiany sigla il sorpasso (54°) ed il rigore di Valdes allunga le distanze (3-1). Sul finale c’è anche lo spazio per il bellissimo goal di Belfodil, alla sua prima doppietta al Tardini. Scende a picco la squadra di Pulga e Lopez mentre è ancora da applausi quella di Donadoni, che sfiora soltanto la sua prima “copertina” stagionale.

NAPOLI-BOLOGNA 2-3 (quota 81.00): “Sbancare il San Paolo

E’ un Bologna con il coltello tra i denti quello che espugna il San Paolo nella serata di ieri.  Già al 1° minuto Gabbiadini firma il vantaggio felsineo mentre il raddoppio di Gilardino è ingiustamente annullato per un fuorigioco inesistente. Il Napoli irriconoscibile spreca il primo tempo ma è protagonista della solita rimonta con Gamberini che pareggia al 50° e con Cavani che completa il sorpasso venti minuti dopo. La partita sembra ormai vincente, sia per i partenopei che per il nostro pronostico (2-1), ma il Bologna non si arrende mai e con cuore e coraggio riesce nell’impresa di sbancare il San Paolo per la prima volta in questa stagione. Il 2-2 arriva all’86° con la meravigliosa mezza rovesciata di Kone, appena subentrato. La ciliegina sulla torta emiliana arriva all’89° grazie al goal di Portanova: l’anno scorso era il capitano, ieri tornava da 6 mesi di squalifica legate al calcioscommesse. Il Bologna uccide così i sogni azzurri e, “rubandola” ai cugini di Parma, guadagna la sua seconda “copertina” stagionale grazie all’ennesimo, imprevedibile 2-3 in trasferrta (dopo quello rifilato alla Roma alla 3° giornata, quotato “soltanto” a 51.00).

Buon rientro a tutti…


Articoli simili:

1 COMMENT

  1. By Maria Teresa, 18 giugno 2019

    Comemai emilio apicella non hai accennato alla coppa italia che si e’ giocata oggi e che abbiamo seguito

    Con molto piacere su rai 2?
    Speriamo di leggere i tuoi commenti domani perche ‘ e’ sempre un piacere seguirti.
    Volevo ricordarti una frase che disse Gianni Brera telecronista talentuoso:
    “”i pronostici non li sbaglia chi non li fa “”

    Rispondi

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *