La voce fuori dal coro

//   4 agosto 2019   // 0 Commenti

img-20190804-wa0014

 

Lacci e lacciuoli d’Italia. Come salvare il contribuente da ricorsi e lungaggini del processo tributario e penale

Il libro di Roberto Simoni (Male Edizioni di Monica Macchioni) in anteprima venerdì 2 agosto al Twiga Beach Club a Marina di Pietrasanta (Viale Roma, 2 ore 18.00)
Interviene Daniela Santanchè

Perché nascono le liti tributarie, quali sono le ricadute sui contribuenti, come possono risolversi dentro o fuori un processo tributario e penale; e soprattutto, cosa rischiano i cittadini in termini personali e patrimoniali?
È l’eterna contrapposizione tra contribuenti e fisco, un tema tradizionalmente “pesante” trattato con sapiente leggerezza e finalmente spiegato con parole chiare e distinte nel libro UNA VOCE FUORI DAL CORO (Male Edizioni di Monica Macchioni, luglio 2019) di Roberto Simoni, giovane avvocato toscano specializzato nel settore tributario e penale commerciale. Un gioco delle parti – che a volte si conclude a favore dei contribuenti, altre volte a favore dell’avversario pubblico – raccontato con un approccio inaspettato e “fuori dal coro”, cioè pragmatico e senza formulare giudizi e accuse contro i servitori dello Stato (Agenzia delle Entrate, Guardia di Finanza, Magistratura). Perché il vero “nemico” dei cittadini non è il pubblico funzionario, piuttosto la moltitudine di leggi oscure e inutili, i famosi LACCI E LACCIUOLI D’ITALIA, che ormai nel nostro paese hanno creato una vera e propria matassa. E nella sua discesa all’inferno tributario e ritorno, Simoni ha sempre due punti di forza: prestare attenzione ad ogni singolo dettaglio delle vicende del cliente e adottare soluzioni al di fuori dei binari segnati.
UNA VOCE FUORI DAL CORO è un libro “nuovo” perché si rivolge anche ai non addetti ai lavori con linguaggio diretto e attraverso case history (sì va dai titolari di ristoranti, società e night club, ai professionisti e costruttori, fino ai semplici cittadini e ai prelati) in cui il contribuente-lettore si riconoscerà quasi come davanti a uno specchio.
Roberto Simoni, toscano nato a Pistoia e trapiantato a Firenze, è avvocato tributarista innamorato del suo mestiere e della vita. Si definisce una voce fuori dal coro per il suo approccio pragmatico alla professione e il suo rapporto one to one con il cliente. Laureato col massimo dei voti all’Università degli Studi di Firenze, è iscritto nell’Albo degli Avvocati di Firenze e nell’Albo Speciale dei Cassazionisti. Ha maturato specifica esperienza nel settore tributario e penale commerciale, è stato cultore di diritto tributario e di diritto tributario internazionale presso il Dipartimento di Scienze Giuridiche dell’Università di Firenze, ha pubblicato articoli in materia tributaria, è stato relatore a numerosi master, convegni e seminari.


Articoli simili:

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *